Martedì, 22 Giugno 2021

Lega la moglie nuda all'albero una notte intera per farle capire "chi comanda"

Un uomo romeno che vive a Pordenone è stato condannato ieri a 3 anni e mezzo di carcere: l'articolo del Gazzettino

Quella raccontata dal quotidiano il Gazzettino è una storia agghiacciante. Un uomo romeno che vive a Pordenone è stato condannato ieri a 3 anni e mezzo di carcere per le violenza perpetrate ai danni della moglie. Violenze proseguite per un decennio, iniziate quando la coppia viveva ancora in Romania. All'ex moglie e alla figlia è stata riconosciuta una provvisionale di 15 mila euro, oltre al pagamento delle spese processuali. Il danno verrà poi quantificato in sede civile.

Il processo è stato doloroso. La donna ha raccontato di violenze tremende, disumane. Ad esempio appena sposata, quando ancora vivevano in Romania, lui l’avrebbe spogliata, le avrebbe tagliato i capelli e legata per una notte intera a un albero per farle capire chi comandava in casa

La moglie quotidianamente veniva minacciata di morte, subiva maltrattamenti e insulti. Trattamento simile anche per la figlia. Solo dopo anni la madre ha deciso di andare in una struttura protetta, ma il marito ha continuato a vessarla. Una volta il padre ha inseguito in auto la figlia, urtando la sua vettura: la giovane rimase contusa.

Ha continuato con le minacce di morte, lasciando anche sull’auto della ex dei fiori bianchi che in Romania simboleggiano il lutto.

Fonte: Il Gazzettino →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lega la moglie nuda all'albero una notte intera per farle capire "chi comanda"

Today è in caricamento