Venerdì, 5 Marzo 2021

Triple E: un nuovo virus in arrivo dalle zanzare

In Michigan, negli Stati Uniti, le persone sono state invitate a non uscire di casa dopo il tramonto. Provoca una rara e pericolosa encefalite equina

Un nuovo virus spaventa gli Stati Uniti. In particolare il Michigan è in allarme per la situazione clinica di un uomo affetto da una rara e pericolosa encefalite equina. Secondo i medici a trasmettere il virus potrebbero essere delle zanzare e gran parte dello Stato è stato messo in allerta dalle autorità sanitarie. Lo scorso martedì i funzionari del dipartimento della Salute del Michigan hanno esortato le persone di dieci contee, Barry, Clare, Ionia, Isabella, Jackson, Kent, Mecosta, Montcalm, Newaygo e Oakland, ad annullare tutti i loro eventi che si svolgono all'aperto a partire dal tramonto. L'obiettivo è quello di ridurre qualsiasi occasione di contrarre il virus entrando in contatto con gli insetti. La persona, il cui quadro clinico preoccupa i medici, si trova nella contea di Barry.

Il virus triple E

Il virus trovato è conosciuto dagli scienziati con il nome di Triple E. Il tasso di mortalità è altissimo e arriva al 33% tra gli esseri umani e arriva addirittura al 90% nei cavalli. Le zanzare infette sono tra le più letali negli Stati Uniti. Chi riesce a sopravvivere, subisce comunque delle disabilità fisiche e mentali. Per questo motivo i responsabili sanitari dello Stato sono così accorti e hanno consigliato alle persone di evitare eventi all'aperto dopo il tramonto. “L'Mdhhs continua a incoraggiare i funzionari locali nelle contee colpite a considerare di posticipare, riprogrammare o annullare le attività all'aperto che si svolgono al tramonto o dopo il tramonto, in particolare quelle che coinvolgono i bambini, per ridurre il rischio che le persone vengano morse dalle zanzare”. A rilasciare questa dichiarazione è stato il dottor Joneigh Khaldun, uno dei vertici del Mdhhs in allarme e in attesa dei risultati dei test di laboratorio sull'uomo. Se il caso dovesse essere confermato, sarebbe la prima persona colpita dal virus Eee nel 2020.

I casi negli Stati Uniti

Un virus che lo scorso anno ha infettato 38 persone in tutti gli Stati Uniti. Di queste sei persone sono morte e altre quattro sono state ricoverate nel solo stato del Michigan, generalmente il più colpito da questo tipo di infezione. Tra le persone sopravvissute, tre hanno dei gravi problemi neurologici. A confermarlo è stato Lynn Sutfin, portavoce del Michigan Department of Health and Human Services in un'intervista. “Hanno gravi problemi neurologici e continuano a ricevere cure di supporto, sia in riabilitazione che a casa con l'assistenza domiciliare” ha dichiarato Suftin. Le autorità hanno fatto sapere che i sintomi nel caso in cui viene contratto il virus sono febbre, brividi, dolori muscolari e articolari fino ad arrivare a una grave encefalite, con conseguente mal di testa, disorientamento, tremori, convulsioni e paralisi. Le persone maggiormente a rischio di contrarre il virus sono i bambini di età inferiore ai 15 anni e gli adulti di età superiore ai 50. Su queste due categorie di pazienti sono state riscontrati gli effetti più devastanti della malattia. Al momento, così come per il Covid-19 non esiste un vaccino e soprattutto non esiste una terapia che abbia avuto successo. Il massimo che i medici possano fare è aiutare i pazienti a respirare, assumere liquidi e nutrirsi oltre che prevenire altre infezioni.

Fonte: Usa Today →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Triple E: un nuovo virus in arrivo dalle zanzare

Today è in caricamento