rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021

L'ex senatore "impresentabile" sta per diventare segretario provinciale del Pd

Vladimiro Crisafulli fu cacciato dalle liste del Pd alla vigilia delle elezioni perché ritenuto "impresentabile" a causa di due processi e all'incontro con Raffaele Bevilacqua, poi condannato come boss. Oggi sta per diventare segretario provinciale

Da impresentabile a segretario provinciale, il passo è molto breve. L'ex senatore Vladimiro Crisafulli fu cacciato dalle liste del Pd alla vigilia delle elezioni perché ritenuto "impresentabile" a causa di due processi e all'incontro con Raffaele Bevilacqua, poi condannato come boss.

Crisafulli aveva raccolto 6mila voti alle primarie ma prima delle ultime elezioni politiche il consiglio dei garanti del Pd ne bloccò il ritorno a Palazzo Madama, raccogliendo l’appello di Franca Rame contro i cosiddetti impresentabili.

L'obiettivo era, così si disse, tutelare "l’immagine e l’onorabilità” dei democratici. Oggi Vladimiro Crisafulli detto Mirello, già senatore e deputato regionale dei Ds e del Pd, ci riprova. Sta cercando di giocarsi tutte le carte per diventare segretario del Pd in provincia di Enna, la sua personalissima riserva di voti. A proposito della sua capacità di conquistare voti, Crisafulli è solito dire: “A Enna io vinco col maggioritario, col proporzionale e anche col sorteggio”

Il Fatto Quotidiano racconta che Crisafulli ha ottime chance di farcela

Anche questa volta per l’ex senatore cacciato dalle liste del Pd sembra defilarsi all’orizzonte un successo plebiscitario: ad appoggiarlo nella corsa alla segreteria del Pd c’è tutto lo stato maggiore dei democratici, con Gianni Cuperlo in prima fila. Crisafulli, contrariamente a molti altri ras delle preferenze siciliane, ha resistito al fascino di Matteo Renzi, e già da settimane è sceso in campo per regalare a Cuperlo il sostegno della sua provincia nella corsa alla segretaria nazionale. Logico dunque che oggi l’area dell’ex segretario della Sinistra Giovanile si spenda in favore di Crisafulli.

Come mai il Pd alcuni mesi fa aveva deciso di mettere da parte Crisafulli e la sua "riserva di voti"?

Il nome di Crisafulli era balzato agli onori della cronaca nazionale quando venne immortalato da un filmato della Dia mentre si intratteneva con Raffaele Bevilacqua, poi condannato come boss mafioso di Enna. Da quel filmato scaturì un’indagine per mafia sullo stesso Crisafulli poi archiviata. A convincere i garanti del Pd a cancellarlo dalle liste per il Senato sono stati invece due rinvii a giudizio, che vedono Crisafulli accusato di abuso d’ufficio per aver fatto pavimentare la strada che porta alla sua villa a spese della provincia di Enna, e di truffa e falso in bilancio nell’inchiesta sulla gestione dell’Ato Rifiuti di Enna.

Coloro che nel centrosinistra locale non lo ammirano oggi si chiedono sconcertati: "Come può Crisafulli essere impresentabile per il Senato, ma essere presentabilissimo per guidare il Pd ad Enna?"

Fonte: Il Fatto Quotidiano →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex senatore "impresentabile" sta per diventare segretario provinciale del Pd

Today è in caricamento