Volkswagen, nuove accuse: "Truccate anche le auto più potenti"

Secondo gli Stati Uniti, la casa automobilistica tedesca avrebbe imbrogliato anche sui diesel più potenti truccando i test sulle emissioni inquinanti. Il colosso di Wolfsburg smentisce

La Volkswagen avrebbe imbrogliato anche sui diesel di grossa cilindrata. Lo sostiene l'Epa, l'agenzia federale statunitense di protezione dell'ambiente. "Il colosso automobilistico di Wolfsburg avrebbe programmato anche le automobili più potenti in modo da "truccare" i test sulle emissioni inquinanti".

Secondo l'Epa le violazioni riguardano almeno diecimila auto prodotte dal 2014 al 2016 tra cui i modelli Touareg, Audi A6 Quattro, A7 Quattro, A8 e Q5 e per la prima volta anche la Porsche Cayenne. L'Epa sostiene che il software ha un timer che consente alle auto di comportarsi diversamente nei test rispetto alla strada. In questo caso, sostiene l'agenzia, le auto hanno emesso un livello di monossido di azoto nove volte più alto rispetto a quando venivano testate.

Il colosso di Wolfsburg rigetta le accuse dell'Epa: "La Volkswagen sottolinea che non è stato installato alcun software sui modelli 3 litri V6 diesel per modificare in modo illegale i valori dei test antismog". La casa tedesca, infine, si è detta "pronta a collaborare con l'Epa per chiarire la vicenda nella sua interezza".


 

Fonte: Quattroruote →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento