Mercoledì, 23 Giugno 2021

"Coltivo cannabis per curarmi e lo Stato mi indaga"

Walter De Benedetto, 49 anni, da 35 è affetto da artride reumatoide. Ed è indagato per detenzione di sostanze stupefacenti

Walter De Benedetto, 49 anni, da 35 è affetto da artride reumatoide. Ha una regolare prescrizione medica per l’uso della cannabis terapeutica. Un anno fa i carabinieri si sono presentati a casa sua trovando una coltivazione di cannabis. Poi è stato denunciato e, un mese fa, indagato dalla procura di Arezzo per detenzione di sostanze stupefacenti in concorso con un amico che per lui, impossibilitato a muoversi, innaffiava quelle piantine. La sua storia la racconta oggi Viola Giannoli su Repubblica:

«Ci sono rimasto molto male. Ci sono notti in cui ho paura. Ma sarei stato pronto anche ad andare in Thailandia dal bue che dicono abbia un’urina curativa e mi ci sarei fatto il bagno. Chi non prova certe situazioni di disperazione non può capire».

Non aveva paura di coltivare cannabis nel suo giardino?
«Ero pronto a tutto e consapevole che potessero accorgersene e infatti così è andata. Adesso ne pagherò le conseguenze, anche se mi sento innocente e schiacciato da un’ingiustizia incredibile. Nessuno però è al di sopra della legge : inchino il capo e vado»

Cosa chiede ora al presidente Mattarella?
«Io chiedo solo umanità per gli ultimi. Ci sono soluzioni alternative allo stabilimento farmaceutico militare di Firenze che deve sfamare l’intero Paese. Hanno tutti paura di questo fiore, ma se proviamo un po’ di sollievo che male c’è? Spero che il presidente possa capire la difficoltà di chi aveva un farmaco e ora non lo trova più».

Big Pharma manda in fumo l'industria della cannabis light

Fonte: La Repubblica →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Coltivo cannabis per curarmi e lo Stato mi indaga"

Today è in caricamento