Sabato, 18 Settembre 2021

Cina, Winnie The Pooh censurato sui social: “Offende il presidente”

Come riportato dal Financial Times, i social media cinesi hanno impedito agli utenti di pubblicare messaggi o post che riguardassero l'orse dei cartoon. Il motivo? I paragoni virali con Xi Jinping

La foto di Winnie The Pooh a confronto con quella tra Xi Jonping e Obama (FOTO ANSA)

Niente Winnie the Pooh sui social cinesi. Il celebre orso protagonista dell'omonimo cartone animato è stato censurato nel fine settimana su tutti i social media cinesi, dove veniva bloccata la pubblicazione di post e messaggi che includessero il nome dell'orsetto. In particolare, scrive il Financial Times, la censura ha colpito Winnie the Pooh su Sina Weibo, l’equivalente di Twitter in cinese, e una raccolta di premi a punti con Winnie tra i gadget è stata bloccata su WeChat.

Paragoni virali

E se non sono state fornite motivazioni ufficiali, molti osservatori sono convinti che il problema sia sorto con i numerosi paragoni tra l’orso creato dall’inglese AA Milne e il presidente cinese Xi Jinping, paragoni diventati virali sulle piattaforme social, come l'immagine ce ritrae il presidente cinese insieme a Barack Obama. 

Fonte: Financial Times →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cina, Winnie The Pooh censurato sui social: “Offende il presidente”

Today è in caricamento