rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021

Yara, la nuova pista porta a Padova: indagini su un uomo già accusato di pedofilia

La mamma di una ragazzina 12enne bergamasca avrebbe convinto gli inquirenti a effettuare delle analisi su un tale Lorenzo B., un 50enne padovano, da febbraio di quest'anno arrestato in Francia con l'accusa di pedofilia

Portano fino a Padova le indagini sull'omicidio di Yara Gambirasio, la 13enne di Brembate di Sopra (Bergamo) scomparsa nel dicembre 2010 e ritrovata morta tre mesi più tardi.

Quali sono le ultime novità? La mamma di una ragazzina 12enne bergamasca avrebbe convinto gli inquirenti a effettuare delle analisi su un tale Lorenzo B., un 50enne padovano, da febbraio di quest'anno arrestato in Francia con l'accusa di pedofilia.

Tre anni fa l'uomo, mentre si trovava in Italia, avrebbe in diverse occasioni tentato di approcciare qualche ragazzina in vari punti della provincia di Bergamo.

Yara, nessun colpevole: una morte senza giustizia

Nello specifico sembra che il padovano conoscesse Yara e che avesse maturato per lei una sorta di ossessione, al punto da crearsi diversi profili Facebook con falsi nomi per tentare di avvicinare la 13enne.

Scrive il Corriere del Veneto:

Per questo alcuni agenti della questura di Bergamo partiranno presto alla volta della Francia per prelevare un campione di dna di Lorenzo B. da analizzare.

LA NOTIZIA SU PADOVAOGGI

Fonte: Corriere del Veneto →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Yara, la nuova pista porta a Padova: indagini su un uomo già accusato di pedofilia

Today è in caricamento