Lunedì, 2 Agosto 2021

Agenti 'scacciati' dalle zecche: invasione di parassiti, chiuso l'ufficio della Polfer

Pare che gli insetti fossero annidati all'interno delle coperte di lana in uso alla sala fermati. La denuncia arriva dal sindacato Siulp

La foto degli uffici della Polfer

Gli uffici della Polfer invasi dalle zecche. Succede a Bologna dove, come denuncia il sindacato di polizia Siulp, dalla tarda serata di ieri, sulle chat del settore operativo "hanno cominciato a girare fotografie che ritraevano la presenza di numerosi parassiti presenti all'interno della cella di sicurezza e della sala dove sostano le persone fermate o accompagnate".

"Abbiamo constatato di essere stati vittime di una vera e propria invasione di parassiti", scrive il sindacato.  Pare che le zecche fossero annidate all'interno delle coperte di lana in uso alla sala fermati. Nel locale, precisa il Siulp, "vi erano due soggetti in stato di arresto ed alcuni operatori preposti alla loro vigilanza". 

Dopo la scoperta, è scattato il protocollo che prevede l'intervento del 118 e la disinfestazione del locale, che è stato chiuso. Lo fanno sapere dalla Questura, annunciando che la cella sarà riaperta questa sera alle 19.

E sul caso il sindacato non risparmia una frecciatina al Comune:  "E' facilmente comprensibile - si legge nella nota - visto anche il consistente numero di persone che transitano in quei locali, che l'Amministrazione debba prevedere attività periodiche di disinfestazione e cambio delle coperte in uso, al fine di garantire un buon livello di igiene e salubrità di quegli ambienti. 

"Non osiamo neanche immaginare da quanto tempo ciò non avvenga, ma tenuto conto che una vera e propria infestazione parassitaria ha trovato ospitalità tra le coperte".

Fonte: BolognaToday →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agenti 'scacciati' dalle zecche: invasione di parassiti, chiuso l'ufficio della Polfer

Today è in caricamento