Mercoledì, 2 Dicembre 2020

Zona rossa, arancione e verde: come sarà divisa l'Italia nel lockdown "morbido"

L’ipotesi al vaglio prevede 5 regioni in zona rossa: ci sono anche Alto Adige e Val d’Aosta. Tre in quella arancione: Puglia, Liguria e Campania. Per tutte le altre valgono le misure nazionali. Ecco quali

Il nuovo Dpcm del presidente del Consiglio Giuseppe Conte che dovrebbe vedere la luce oggi martedì 3 novembre dividerà l'Italia in tre. Repubblica spiega oggi che le Regioni con il rischio più alto – determinato dall’indice Rt e da altri 21 parametri - chiuderanno quasi tutto: negozi, bar e ristoranti, oltre a uno smart working molto spinto nella pubblica amministrazione. Saranno aperte invece le scuole fino alla prima media, come le industrie. Il lockdown interesserà Lombardia, Piemonte e quasi certamente la Calabria, mentre la provincia di Bolzano ha già chiuso in autonomia e la Valle d’Aosta rischia.

Roberto Speranza è determinato ad emanare oggi stesso le ordinanze, che potrebbero entrare in vigore domani, o al massimo giovedì. Al livello intermedio, invece, si collocheranno Puglia e Liguria, ma probabilmente anche la Campania e il Veneto.

Forse la Sicilia, mentre dovrebbe salvarsi il Lazio: il loro destino, comunque, è appeso ai numeri del Cts. Nelle aree a rischio intermedio chiuderanno bar e ristoranti per tutto il giorno, ma resteranno aperti gli esercizi commerciali.

La “terza” Italia, infine, comprende tutte le altre Regioni, nelle quali scatterà il coprifuoco serale a partire dalle 21 o dalle 22.

In base alla casistica il quotidiano elabora un grafico che divide l'Italia in zona rossa, zona arancione e zona verde. Nella zona rossa saranno aperte solo le industrie e le scuole fino alla prima media e le misure restrittive saranno: 

  • Didattica a distanza a partire dalla seconda media;
  • Stop alle attività economiche non essenziali;
  • Apertura delle attività industriali;
  • Spostamenti con autocertificazione.

Nella zona arancione ci sarà una serrata per bar e ristoranti. Le nuove regole saranno:

  • I locali restano chiusi;
  • Salvi parrucchieri e centri estetici;
  • Didattica a distanza per le superiori;
  • Stop ai musei e coprifuoco alle 21

Nella zona verde invece ci saranno meno shopping nei weekend musei chiusi, trasporti più vuoti:

  • I centri commerciali chiusi nel week-end;
  • Tutti in casa dalle 21;
  • Didattica a distanza per le superiori;
  • Trasporto pubblico locale dimezzato

Il nuovo Dpcm oggi 3 novembre e le regioni verso il lockdown totale

Fonte: La Repubblica →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zona rossa, arancione e verde: come sarà divisa l'Italia nel lockdown "morbido"

Today è in caricamento