Dai cibi da mangiare alle bevande da assumere: 10 consigli contro l'afa estiva

I consigli del Ministero della Salute per affrontare le ondate di calore previste per i prossimi giorni in tutta Italia

foto archivio

L’estate è la stagione più apprezzata dagli amanti del mare e delle lunghe ore di luce che consentono di godere pienamente delle giornate di relax lontane dagli impegni lavorativi.

Per molti, però, il caldo e l’afa del periodo possono diventare un problema serio, un ostacolo da superare in tutti i modi per non rovinare eventuali cene all’aperto, gite turistiche nelle città d’arte, allenamenti sportivi da praticare senza rischi di disidratazione e insolazione.

Ecco perché diventa importante prendere tutti gli accorgimenti utili per idratarsi in maniera adeguata quando si va incontro all’estate, così da reintegrare l'energia consumata da sole e troppo caldo.

Meteo, l'inizio di agosto sarà bollente: torna l'incubo afa

Di seguito, i consigli del Ministero della Salute per affrontare le ondate di calore previste per i prossimi giorni in tutta Italia.

1) Non uscire nelle ore più calde: durante le giornate in cui viene previsto un rischio elevato, deve essere ridotta l'esposizione all'aria aperta nella fascia oraria compresa tra le 11.00 e le 18.00.

2) Migliorare l'ambiente domestico e di lavoro: la misura più semplice è la schermatura delle finestre esposte a sud e a sud-ovest con tende e oscuranti regolabili (persiane, veneziane) che blocchino il passaggio della luce, ma non quello dell'aria. Efficace è l'impiego dell'aria condizionata che va impiegata con attenzione, evitando di regolare la temperatura a livelli troppo bassi rispetto alla temperatura esterna. Impiegare con cautela anche i ventilatori meccanici perché quando la temperatura interna supera i 32° C accelerano il movimento dell'aria, ma non abbassano la temperatura ambientale. Per questo il corpo continua a sudare: è perciò importante continuare ad assumere grandi quantità di liquidi.

3) Bere molti liquidi: acqua in primis e mangiare frutta fresca, misura essenziale per contrastare gli effetti del caldo. Soprattutto per gli anziani e' necessario bere anche se non si sente lo stimolo della sete. E' però necessario consultare il medico se si sta seguendo una cura che limita l'assunzione di liquidi o ne favorisce l'espulsione.

4) Non bere bevande alcoliche e ridurre il consumo di bevande contenenti caffeina.

5) Fare pasti leggeri: la digestione è per il nostro organismo un vero e proprio lavoro che aumenta la produzione di calore nel corpo.

6) Vestire comodi e leggeri, con indumenti di cotone, lino o fibre naturali (evitare le fibre sintetiche). All'aperto è utile indossare cappelli leggeri e di colore chiaro per proteggere la testa dal sole diretto.

7) In auto, ricordarsi di ventilare l'abitacolo prima di iniziare un viaggio, anche se la vettura è dotata di un impianto di ventilazione. In questo caso, regolare la temperatura su valori di circa 5 gradi inferiori alla temperatura esterna evitando di orientare le bocchette della climatizzazione direttamente sui passeggeri. Evitare le ore più calde della giornata per viaggiare (specie se l'auto non è climatizzata) e tenere sempre in macchia una scorta d'acqua.

8) Evitare l'esercizio fisico nelle ore più calde della giornata. In ogni caso, se si fa attività fisica, bisogna bere molti liquidi. Per gli sportivi può essere necessario compensare la perdita di elettroliti con gli integratori.

9) Occuparsi delle persone a rischio, facendo visita almeno due volte al giorno e controllando che non mostrino sintomi di disturbi dovuti al caldo.

10) Dare molta acqua fresca agli animali domestici e lasciarla in una zona ombreggiata.

Caldo e poca fame? Cosa mangiare e come comportarsi a tavola 

La dieta anti-caldo

“Prediligere frutta molto ricca di acqua come l'anguria che può divenire anche la base di un'insalata con feta, un formaggio proteico e una ricarica di sodio per reagire alla sudorazione che non risparmia nessuno al mare”, è il consiglio della dott.ssa Camilla Pizzoni, Direttore Tecnico dell’Osservatorio PoolPharma Research: “Per uno spuntino nutriente, prediligere un’insalata con cereali integrali e legumi (farro o quinoa), semi e frutta secca, pomodori o humus, ricco di proteine”.

“Quanto alle bevande”, conclude la dott.ssa Camilla Pizzoni,  “scegliere acqua o al limite succhi rigorosamente al 100% di frutta, ed evitare le bibite e gli alcolici che disidratano dando solo una falsa sensazione di domare la sete”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • Reddito di cittadinanza? No, grazie. La geniale trovata di Carlo per non lavorare

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di giovedì 12 settembre 2019: i numeri vincenti

  • SuperEnalotto, estratto il 6 da 66 milioni di euro. I numeri vincenti e le combinazioni di Lotto e 10eLotto

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi sabato 14 settembre 2019: i numeri vincenti

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 16 al 22 settembre 2019

Torna su
Today è in caricamento