Mercoledì, 14 Aprile 2021

"La dieta mediterranea aiuta a prevenire la depressione": lo studio

Un regime alimentare specifico può avere effetti benefici sull'umore e aiutare a prevenire la depressione

La dieta mediterranea a base di frutta e verdura, pesce e cereali, noci e olio d'oliva, con poca carne e latticini, può avere effetti benefici sull'umore e aiutare a prevenire la depressione.

A dirlo è una ricerca pubblicata su 'Molecular Psychiatry' firmata dall'University College di Londra che ha passato in revisione 41 lavori scientifici sull'argomento pubblicati negli ultimi 8 anni e rilevato che "che i cibi che mangiamo possono fare la differenza nel ridurre il rischio di depressione, anche se non ci sono ancora prove cliniche concrete".

I ricercatori hanno evidenziato che “i cibi che mangiamo possono fare la differenza nel ridurre il rischio di depressione, anche se non ci sono ancora prove cliniche concrete", pur essendo necessari studi più rigorosi e mirati.

Cibi frugali e dieta mediterranea: il segreto della longevità 

"Correlazione tra cibo e umore"

"È ampiamente riconosciuto che esiste una forte connessione tra ciò che mangiamo e il modo in cui ci sentiamo, con i livelli di zucchero nel sangue che influenzano il nostro umore e la nostra energia" sostengono ancora i ricercatori secondo cui, in un momento di depressione o di ansia, "potrebbe essere difficile concentrarsi sul benessere e più facile cadere in comportamenti a rischio come l'abuso di alcol e droghe".

Molte ricerche sulla dieta mediterranea tradizionale "hanno dimostrato che può ridurre il rischio di sviluppare condizioni come il diabete di tipo 2, l'ipertensione e il colesterolo, che sono tutti fattori di rischio per le malattie cardiache ", ricorda ancora lo studio che descrive come coloro che seguono questo regime alimentare possono vivere una vita più lunga ed avere meno probabilità di ingrassare.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La dieta mediterranea aiuta a prevenire la depressione": lo studio

Today è in caricamento