rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
prevenzione oncologica

Chef Locatelli e il ministro Schillaci inaugurano la settimana della prevenzione oncologica di Lilt

Al via la "Settimana nazionale per la prevenzione oncologica" promossa da Lilt, Lega italiana per la lotta contro i tumori. Durerà fino al 26 marzo 2023: testimonial Chef Locatelli, alla presentazione interviene il ministro della Salute Orazio Schillaci

Prevenire è vivere. Inizia una nuova "Settimana nazionale per la prevenzione oncologica" promossa da Lilt, Lega italiana per la lotta contro i tumori. Durerà fino al 26 marzo 2023, con l'obiettivo di diffondere in tutta Italia la cultura della prevenzione e l'importanza di uno stile di vita sano. Quest'anno il testimonial della campagna è lo chef stellato Giorgio Locatelli, giudice del reality "Masterchef". La presentazione è stata aperta dal ministro della Salute Orazio Schillaci.

La settimana della prevenzione oncologica

Durante la settimana della prevenzione oncologica sarà possibile effettuare, previa prenotazione al numero verde Sos Lilt 800.998.877, visite di controllo oncologico in 397 centri ambulatoriali di prevenzione e presso le 106 associazioni Lilt in tutta Italia. "Ogni giorno 1.071 italiani ricevono una diagnosi di cancro e i decessi quotidiani in Italia per tumore sono 476 - ha detto il presidente della Llit nazionale Francesco Schittulli - Solo con la riduzione dei fattori di rischio, attraverso quindi una corretta prevenzione primaria, potremmo avere il 40% in meno di casi di cancro. È ormai risaputo che la lotta al cancro inizia dalle decisioni quotidiane di ciascuno di noi, in particolare da ciò che scegliamo di mettere in tavola ogni giorno".

"Grazie alla notorietà del testimonial di quest'anno - continua Schitulli -, lo chef Locatelli, ci auspichiamo che il messaggio del valore della prevenzione arrivi a più italiani possibili. Ancora oggi non tutti sanno che le errate abitudini alimentari sono responsabili di 3 casi di tumore su 10. Lo scopo della Settimana nazionale per la prevenzione oncologica è proprio quello di informare e sensibilizzare sulle singole responsabilità, e possibilità, che abbiamo per tenere lontano il rischio di tumori".

L'olio extravergine di oliva italiano continua a essere il simbolo della campagna che, durante le iniziative organizzate su tutto il territorio nazionale, verrà distribuito in bottigliette da 250 ml, grazie alla collaborazione con il Consorzio Olio di Calabria Igp.

"Possiamo evitare 90mila casi di cancro" 

"Quello della Lilt è un appuntamento importante - ha detto il ministro della Salute Orazio Schillaci -. La prevenzione oncologica è un tema su cui ho dato particolare risalto. Mi piace sottolineare che, grazie ai volontari della Lilt, si potranno prenotare visite e credo che i controlli preventivi siano fondamentali. Così come le campagne che abbiamo avviato lo scorso febbraio da Sanremo. Si possono evitare 90mila casi di cancro ogni anno con una corretta prevenzione", ha detto Schillaci.

Per il Ministro della Salute, "Lotta al tabagismo, corretta e sana alimentazione e regolare attività fisica sono i tre pilastri della prevenzione primaria. A partire da quel che mangiamo e come mangiamo. Secondo l'Oms - ha ricorato il ministro - il 35% dei casi di cancro è riconducibile ad abitudini alimentari sbagliate, e la dieta mediterranea, che io definisco italiana, assicura il giusto apporto di nutrienti salutari ed è utile a contrastare l'insorgere di diverse malattie croniche non trasmissibili. Eppure solo il 20% la adotta. Oggi insieme alla Lilt ribadiamo che stili di vita sani aiutano a diminuire il numero di malati in futuro, con minori costi per la sanità pubblica e soprattutto più salute e benessere psico-fisico per tutti".

Schillaci ha quindi ricordato che il Piano oncologico nazionale è stato già approvato e presentato e "c'è grande attenzione: ora - ha detto - stiamo puntando molto sulla prevenzione e sul cercare di finanziare un piano per arrivare a uno screening del cancro del polmone che è un big killer contro il quale, nonostante i progressi nella cura farmacologica, lo strumento migliore rimane la diagnosi precoce e l'intervento chirurgico". Quanto alla minore aderenza agli screening in alcune Regioni, "bisogna essere proattivi e cercare di fare capire a tutti l'importanza della prevenzione. Vanno coinvolti molto - ha concluso - i medici di medicina generale".

"Come on ragazzi, muovetevi!"

"Come on ragazzi, muovetevi! ", l'esortazione dello chef Locatelli nella campagna della Settimana della prevenzione Lilt 2023, un invito inteso sia come sprone per praticare attività fisica, ma anche a muoversi verso la direzione di stili di vita sani: "Sono convinto che una dieta sana sia fondamentale per la prevenzione", ha detto lo chef Locatelli, in collegamento da Londra.

Chef Locatelli e il ministro Schillaci inaugurano la settimana della prevenzione oncologica di Lilt

Locatelli ha poi fatto un appello al ministro Schillaci: "Lancio un appello al ministro Schillaci e al presidente Schittulli a continuare questo percorso di educazione sanitaria nelle scuole. Insegnare ai bambini cosa mangiare e quali sono le proprietà dei vari alimenti è una cosa importantissima. La cucina italiana è spesso associata alla dieta mediterranea, quindi a una dieta sana ed equilibrata; il nostro impegno è quello di continuare a insistere su questo punto di forza, che ci viene riconosciuto anche all'estero".

Continua a leggere su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chef Locatelli e il ministro Schillaci inaugurano la settimana della prevenzione oncologica di Lilt

Today è in caricamento