Domenica, 18 Aprile 2021

Addio a Carlo Flamigni, una vita per i diritti per le donne

Aveva 87 anni. Considerato tra i padri della fecondazione assistita, Flamigni è stato anche presidente della Società italiana di fertilità e sterilità

Carlo Flamigni

All'età di 87 anni è morto Carlo Flamigni, tra i padri della fecondazione assistita, già membro del Comitato nazionale di Bioetica. Viveva a Forlì nella sua casa di famiglia. Nell'ambito medico, tra il 1975 e il 1994 è stato direttore del servizio di Fisiopatologia della riproduzione per divenire poi direttore della clinica ostetrica e ginecologica dell'Università degli Studi di Bologna, incarico ricoperto fino al 2001. Membro del Comitato di etica dell'Università Statale di Milano, Flamigni è stato anche presidente della Società italiana di fertilità e sterilità.

Nel campo della pubblicistica e della saggistica, oltre a collaborare con numerose riviste scientifiche, è stato autore di un migliaio di memorie scientifiche nonché di molti libri, relativi soprattutto a problemi riguardanti la salute della donna e agli aspetti medici e bioetici legati alla riproduzione e alla fecondazione assistita. Nelle elezioni europee del 2009 si è candidato nella lista 'Sinistra e Libertà' per il collegio dell'Italia nord-orientale.

“Perdiamo uomo di scienza rispettoso autonomia donne. Con #carloflamigni se ne va un uomo di scienza, un democratico che aveva grande rispetto per le donne e la loro autonomia”, ha scritto su Twitter la portavoce della Conferenza delle donne democratiche, Cecilia D'Elia.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Carlo Flamigni, una vita per i diritti per le donne

Today è in caricamento