Domenica, 28 Febbraio 2021

“Rapporti sessuali solo con la mascherina”: i consigli dell'esperta

Meglio evitare i baci e i contatti troppo ravvicinati, oltre che curare con attenzione l’igiene. I consigli della sessuologa Roberta Rossi

“L’amore ai tempi del Co…vid-19”, il murale dello street Artist Tvboy con i protagonisti del celebre “Bacio” di Francesco Hayez con mascherina e Amuchina

Il coronavirus ha cambiato - e non poteva essere altrimenti - anche il rapporto con la sessualità. Le necessità di evitare contatti stretti, la paura del contagio, lo stress della situazione sono alcuni tra i fattori principali che in questi ultimi mesi hanno portato diverse persone a farsi molte domande di ordine pratico. 

Intervistata da Valeria Pini su Repubblica, la sessuologa Roberta Rossi ha risposto ad alcune domande dei lettori sul  sesso al tempo del coronavirus, dispensando alcuni consigli e soprattutto mettendo in guardi un po’ tutti: la mascherina è necessaria

Tra i comportamenti sessuali più diffusi ma adesso anche più a rischio in questo momento ci sono i baci. La dottoressa Pini, psicoterapeuta dell’istituto di psicologia clinica, ricorda che il virus si diffonde anche attraverso saliva e droplet. Pertanto “il bacio è un comportamento che dovremmo riservare unicamente a quei casi in cui siamo sicuri della salute del proprio partner nonché della nostra”: l’importante è proteggere noi stessi ma anche gli altri. 

"Necessario indossare la mascherina durante i rapporti sessuali"

E durante i rapporti sessuali? Serve la mascherina, ribadisce la dottoressa. “Seguiamo le linee guida internazionali che raccomandano nel caso di un rapporto sessuale di prestare massima attenzione all’igiene, alla pulizia delle mani, del luogo in cui si può verificare il contatto, in un ambiente che deve essere il più possibile ampio e ben ventilato, e possibilmente avere contatti che siano il più possibile non ravvicinati”. Andando sul pratico: “privilegiare gli accarezzamenti, la stimolazione reciproca ma tutto, purtroppo è necessario, con la mascherina”. 

Va meglio ovviamente per le coppie conviventi o quelle in cui si può essere veramente sicuri del proprio partner. Per chi invece vuole tentare un approccio con una nuova conoscenza, il consiglio è sempre lo stesso: mascherina e niente contatti troppo ravvicinati. Ma nemmeno per le coppie conviventi questo può essere un momento facile, tra smart working e bambini più spesso in casa.  La situazione contingente, le stress, la difficoltà magari in casa di trovare maggiore intimità, possono provocare disturbi del desiderio e cali di libido, ammette la dottoressa. “Questo avviene perché stiamo vivendo una situazione pandemica mondiale e inedita per tutti quanti noi, quindi in situazioni di questo tipo c’è stress, interezza, senso di sfiducia nell’avvicinarsi e stare in gruppo, e dal punto di vista della sessualità si può avere un riscontro sulla diminuzione del desiderio”. 

Quanto al tampone, meglio quello rapido, fatto la mattina per la sera, anche se nel frattempo è bene non avere altri contatti fino all’incontro con la persona desiderata. 

Nonostante le evidenti difficoltà, comunque, in questi mesi sono nate molte nuove relazioni, ammette la dottoressa, magari “passando attraverso piattaforme online, che garantiscono distanza fisica”, per non parlare poi di tutta la sfera della sessualità virtuale, che permette di soddisfare il proprio desiderio mantenendo però le precauzioni.   

E il sesso occasionale?

È la fine del sesso occasionale? Di sicuro in questo momento è decisamente “a rischio”. “Questo è il momento della cautela, in cui non dobbiamo annullare totalmente la nostra motivazione dal punto di vista sessuale ma occorre trovare vie alternative che non siano quelle del contatto fisico diretto per far fronte a questa situazione, nella speranza che tuti si risolva in breve tempo e si possa tornare a riabbracciarci e fare l’amore tranquillamente”, dice la dottoressa, che risponde anche a chiede se a questo punto puntare sull’astinenza sia l’unica cos da fare.

Certo, ammette, l’astinenza “è la miglior pratica”, però “sappiamo che tuti i modelli a livello internazionale che la hanno proposta hanno qualche falla”. “Dire ‘asteniamoci tutti’ non è un messaggio efficace né sano. Non bisogna rinunciare alla sessualità ma seguire con attenzione le precauzioni”: quindi, ancora una volta, niente baci, igiene e mascherina sempre indosso. 

"Sesso? Sì, ma con la mascherina" 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Rapporti sessuali solo con la mascherina”: i consigli dell'esperta

Today è in caricamento