Domenica, 14 Luglio 2024
i rischi

Il farmaco anti diabete che non si trova più perché usato dai vip per dimagrire

Va di moda usarlo per eliminare il senso di fame e quindi dimagrire. L'Agenzia italiana del farmaco non può prevedere quanto durerà la carenza e consiglia terapie alternative: cosa sta succedendo

Un uso non previsto di farmaci antidiabetici ne sta causando una carenza pericolosa. In particolare, l'Agenzia italiana del farmaco (Aifa), ha segnalato la carenza di Ozempic® (semaglutide) in soluzione iniettabile tramite penna preriempita. Dietro la carenza ci sarebbe un uso "off-label" - cioè non previsto -, da parte di chi non è diabetico allo scopo di dimagrire. Chi invece ne ha davvero bisogno ora rischia di non trovare più la semaglutide. Usare farmaci anti diabetici per altri scopi può anche dare effetti avversi, ma l'uso sta spopolando nelle cosiddette "diete veloci", soprattutto tra i vip.

Perché mancano gli antidiabetici

In una nota, l'Aifa ha comunicato la carenza di Ozempic® (semaglutide) soluzione iniettabile in penna preriempita. La nota arriva in seguito a una comunicazione ricevuta dall’azienda Novo Nordisk, che riferisce di aver registrato una carenza di Ozempic. 

"“L'aumento della domanda di Ozempic® - si legge nella nota - ha portato a carenze che si prevede continueranno per tutto il 2023. Sebbene la fornitura continui ad aumentare, non è possibile prevedere con certezza quando risulterà sufficiente a soddisfare completamente la domanda attuale".

L'Aifa ha invitato gli operatori sanitari a informare i pazienti che utilizzano Ozempic del rischio di esaurimento del prodotto e a prevedere una terapia alternativa, per evitare conseguenze cliniche come l'iperglicemia. Questo farmaco è indicato esclusivamente per il trattamento di adulti affetti da diabete mellito di tipo 2 non adeguatamente controllato, in aggiunta alla dieta e all’esercizio fisico. "Ogni altro utilizzo, inclusa la gestione del peso, rappresenta un uso off-label e attualmente mette a rischio la disponibilità di Ozempic per la popolazione indicata".

Proprio l'uso non previsto del farmaco antidiabete - utilizzato per dimagrire -, ha provocato una crisi nell'approvvigionamento: "Una domanda superiore al previsto ha provocato la carenza di Ozempic®. Si prevede che le carenze - si legge nella nota di Aifa -., continueranno per tutto il 2023. Sebbene la fornitura continui ad aumentare, non è possibile stimare con certezza quando risulterà sufficiente a soddisfare completamente la domanda attuale. La carenza di fornitura non è correlata ad alcun difetto di qualità del medicinale o a problemi di sicurezza.

Quali sono gli effetti avversi

Assumere un farmaco che serve a tenere sotto controllo il diabete per altri fini non previsti, come la perdita di peso può essere pericoloso. Il principio attivo di Ozempic è la semaglutide,  una molecola analoga all’ormone Glp-1, prodotto dall’organismo per stimolare il rilascio di insulina quando i livelli di zucchero -cioè glucosio -, nel sangue sono elevati. La semaglutide sfrutta gli stessi recettori cellulari di Glp-1 e produce gli stessi effetti sulla glicemia. Inoltre rallenta la velocità con cui lo stomaco si svuota, riducendo il senso d'appetito.

Tra gli effetti collaterali del farmaco c'è proprio la perdita di peso, che spinto alcuni a usarlo per dimagrire. Tuttavia, le autorità regolatorie non lo hanno ancora approvato per un utilizzo di questo tipo, neanche nei pazienti con una diagnosi clinica di obesità.

Il farmaco viene comunque prescritto, ma la terapia dovrebbe essere seguita sotto attenta supervisione medica. Tra gli effetti più comuni c'è la nausea, insieme a vomito, diarrea e dolori addominali. Ma sono state segnalate conseguenze anche più serie: ipoglicemia, fatigue, nebbia mentale, aumento del ritmo cardiaco, perdita di capelli, alterazione del gusto, pancreatite acuta (anche a basse dosi), problemi biliari, più raramente costipazione grave e ostruzione intestinale. 

In seguito ai risultati su animali di laboratorio, sono anche stati avanzati sospetti per un aumento del rischio di cancro alla tiroide dopo anni di utilizzo. In più, gli effetti avversi della semaglutide su persone sane - senza diabete di tipo due o obesità - non sono stati ancora indagati.

Continua a leggere su Today

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il farmaco anti diabete che non si trova più perché usato dai vip per dimagrire
Today è in caricamento