rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Salute a rischio / India

"Spezie cancerogene" dall'India: sotto analisi i prodotti dei due maggior marchi esportati

In diversi mix a base di curry sarebbero stati individuati alti livelli di ossido di etilene, sostanza utilizzata nell'industria collegata all'aumento di rischio di cancro nell'uomo

Si allargano i sospetti su presunte sostanze cancerogene all'interno delle spezie prodotte dalle aziende indiane Mdh ed Everest, i due maggiori marchi esportati in Europa, Stati Uniti e Nord Africa. Il caso si è aperto all'inizio di aprile, quando Hong Kong e Singapore hanno bloccato l'importazione di questi prodotti dopo aver individuato "alti livelli di ossido di etilene, inadatti al consumo umano". Si tratta di un gas utilizzato per scopi industriali e che, si teme, l'India possa utilizzare anche nel settore agricolo. Il ritiro dal mercato, secondo l'azienda Everest, sarebbe limitato ad alcune confezioni di "fish curry Masala", un mix di curry e spezie per piatti a base di pesce.

Dopo il blocco all'importazione da parte di Hong Kong e Singapore, anche la Food and Drug Administration (Fda) degli Stati Uniti ha aperto un'indagine sui prodotti. "La Fds è a conoscenza dei rapporti e sta raccogliendo ulteriori informazioni sulla situazione", ha riferito un portavoce dell'autorità a Reuters. Dopo giorni di silenzio, anche le autorità indiane hanno ora avviato le indagini tossicologiche annunciando test e analisi nell'industria delle spezie, settore in cui il Paese è primo consumatore ed esportatore a livello mondiale, con un fatturato per il solo mercato interno che supera i 10 miliardi di dollari, secondo i dati di Zion Market Research.

Bologna, caffè contaminato tra topi e lucertole: oltre 35mila chili di chicchi sequestrati dai Nas

I rischi dell'ossido di etilene

L'ossido di etilene viene utilizzato ampiamente per la sterilizzazione degli strumenti chirurgici e per diversi scopi nell'industria. L'esposizione prolungata a questa sostanza da parte dell'uomo espone a rischio di cancro, secondo diverse ricerche accreditate a livello internazionale.

"Le prove negli esseri umani indicano che l'esposizione all'ossido di etilene aumenta il rischio di cancro linfoide e, per le donne, di cancro al seno", ha scritto L'Agenzia per la protezione dell'ambiente degli Stati Uniti nel 2018. Il marchio di spezie Mdh non è nuovo a richiami dal mercato per potenziali sostanze tossiche: già nel 2019, alcuni lotti erano stati richiamati negli Stati Uniti per il rischio di contaminazione da salmonella.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Spezie cancerogene" dall'India: sotto analisi i prodotti dei due maggior marchi esportati

Today è in caricamento