rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Salute Caserta

Nuova terapia genica restituisce la vista a due bambini ipovedenti dalla nascita: primo caso in Italia

La terapia è stata messa a punto grazie alla collaborazione tra la casa farmaceutica Novartis e la clinica oculista dell'Università degli Studi della Campania "Luigi Vanvitelli" di Caserta

Due bambini di otto e nove anni, affetti da una forma particolare di distrofia retinica ereditaria che li rendeva ipovedenti dalla nascita, hanno recuperato la vista grazie a una tecnica innovativa eseguita a Caserta, nella clinica oculistica dell'Università degli Studi della Campania "Luigi Vanvitelli". È la prima volta che questa tecnica viene eseguita in Italia.

La malattia è causata da mutazioni in un gene chiamato RP65 e la terapia genica denominata 'Luxturna' (Voretigene neparvovec) fornisce una copia funzionante di questo gene ed è in grado, attraverso una singola somministrazione, di migliorare la capacità visiva dei pazienti.

La terapia è stata messa a punto grazie alla collaborazione tra la Novartis, casa farmaceutica, e l'Ateneo che è stato scelto per cominciare a trattare il farmaco. I risultati ottenuti con la terapia 'Luxturna' sono stati illustrati da Francesca Simonelli, direttrice della Clinica oculistica dell'Ateneo Vanvitelli.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova terapia genica restituisce la vista a due bambini ipovedenti dalla nascita: primo caso in Italia

Today è in caricamento