Lunedì, 2 Agosto 2021
Spazio

Nel 2018 la prima sonda verso il Sole: ecco cosa ci potrà dire

Una missione insolita, eppure dal grande interesse scientifico è in fase di progettazione. Per resistere alla temperatura (circa 1400 gradi) è stato progettato un potente scudo in carbonio

Una missione spaziale verso...il Sole. Non si tratta di una bufala o uno scherzo d'Aprile, ma di un vero progetto della NASA. Come riportato da "Chi ha paura del buio?", per quanto possa sembrare strano, la missione è realmente diretta verso il centro del Sole e il lancio è già programmato per il 31 Luglio 2018. Ma che utilità può avere una sonda mandata verso un corpo così caldo come il Sole?

In realtà la missione sarebbe utilissima a livello scientifico, anche mancano ancora le tecnologie per far arrivare una qualsiasi sonda all'interno della stella e far mandare a noi i dati prima del "suicidio". L'obiettivo per il momento però è quello di avvicinarsi il più possibile: dopo 7 anni nello spazio, la sonda si troverà a circa 6 milioni di Km dal Sole, un decimo circa della distanza del pianeta più vicino Mercurio.

Per resistere alla temperatura (circa 1400 gradi) è stato progettato un potente scudo in carbonio spesso 11 cm che permetterà (si spera) di riparare la strumentazione.

Una missione dall'importanza fondamentale perché permetterebbe la spiegazione di molti fenomeni fisici come i meccanismi alla base dell'accelerazione delle particelle di vento solare.

Risposte a domande come questa potrebbero aiutarci anche a vivere meglio, proggendo la salute dei satelliti e dei nostri astronauti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel 2018 la prima sonda verso il Sole: ecco cosa ci potrà dire

Today è in caricamento