Domenica, 11 Aprile 2021
Medicina

Sieropositiva dalla nascita, ora il virus arretra senza cure: "Un caso unico"

È la prima volta nella storia della scienza: il caso di una francese di 18 anni nata sieropositiva. L'annuncio arriva dall'Istituto Pasteur di Parigi: "primo caso al mondo"

È nata nel 1996 sieropositiva ma oggi, dopo 18 anni di età e a 12 anni dalla sospensione dei trattamenti anti-retrovirali non presenta più il virus dell’Aids. È la prima volta che si registra una regressione del virus dell’Hiv in un tempo così prolungato, a 12 anni dall’interruzione delle cure

L’annuncio di questo caso, definito come "unico al mondo" dai medici dell’Institute Pasteur di Parigi: "Se da un lato vuole proteggere la sua privacy, la ragazza ha capito benissimo che vive una situazione eccezionale sul piano medico" spiega Pierre Frange, pediatra e ricercatore all’ospedale Necker di Parigi, nonché autore dello studio presentato alla conferenza dell’International Aids Society. "È il primo caso di un bambino sieropositivo - evidenzia l’Istituto Pasteur in una nota - che è in remissione dalla malattia per un periodo così lungo. Non sappiamo ancora il motivo per cui questa ragazza è in grado di controllare l’infezione" aggiungono gli esperti.

IL CASO PRECEDENTE - Due anni fa una giovane ragazza americana sembrava essersi liberata dall'Hiv. Il caso della "Mississipi baby" fece molto clamore, ma l'arretramento durò poco più di due anni dopo l'interruzione del trattamento. Il caso francese invece riaccende le speranze di ricercatori e pazienti: "Il caso dell’adolescente francese presenta ancora una volta una forte evidenza dei benefici di iniziare il trattamento anti-Hiv il più presto possibile - commenta Sharon Lewin, scienziata dell’Università di Melbourne, in Australia - Questa è una storia che ispira quelli come noi che lavorano in questo campo e tutti coloro che vivono con l’Hiv" conclude. 

I MEDICI IN ATTESA - "E’ probabile che questa ragazza sia stata in remissione virologica per così tanto tempo perché ha ricevuto una combinazione di farmaci anti-retrovirali molto presto dopo l’infezione - spiega Asier Saez-Cirion, medico dell’Istituto Pasteur - Con questo primo caso forniamo la prova del concetto che la remissione a lungo termine è possibile nei bambini, come negli adulti. Tuttavia questi casi sono molto rari. La donna sta vivendo normalmente. Il suo caso è unico, ma era passato inosservato anche tra i medici in Francia". I medici non vogliono però alimentare false illusioni di guarigione.
 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sieropositiva dalla nascita, ora il virus arretra senza cure: "Un caso unico"

Today è in caricamento