Mercoledì, 17 Luglio 2024
Criptovalute

Gli amanti delle criptovalute hanno una personalità "oscura" e amano le teorie del complotto

È il risultato di uno studio canadese: chi investe in cripto tende ad essere narcisista, machivellico e psicotico, non si fida delle istituzioni, è complottista e ha posizioni estreme in politica

Le critpovalute sono state una delle più grandi rivoluzioni nella finanza degli ultimi anni. Cosa attira verso questo queste valute digitali, anonime e decentralizzate? In parte, sembra essere questione di carattere. E in particolare, una personalità guidata dalla cosiddetta “triade oscura”: narcisismo, machiavellismo e psicopatia. Questa almeno è la conclusione di uno studio appena pubblicato sulla rivista Plos One, che ha indagato la personalità, le posizioni politiche e le condizioni sociali di oltre 2mila adulti americani.

Dall’esplosione dei bitcoin nel 2009, le criptovalute hanno visto una diffusione crescente in tutto il mondo. E se all’inizio erano una tecnologia in qualche modo anarchica, che puntava a sottrarre le transazioni economiche dal controllo di banche e istituzioni economiche tradizionali, negli anni sono diventate sempre più accettate dal mondo della finanza mainstream. Ed è per questo che i ricercatori dell’Università di Toronto hanno voluto indagare che tipo di persone siano attratte oggi dal mondo delle criptovalute.

Per farlo si sono affidati ad un sondaggio che ha coinvolto oltre 2mila adulti americani. Il 30% degli intervistati ha rivelato di possedere, o di aver posseduto in passato, delle criptovalute. Analizzando le tendenze ideologiche di questo sottogruppo, gli amanti delle criptovalute sembrano dividersi abbastanza uniformemente ad entrambi gli estremi dello spettro politico. 

Le caratteristiche che permettono di identificare con maggiore precisione gli amanti delle criptovalute sarebbero inoltre il sesso, maschile, l’utilizzo massiccio di social media poco controllati (come Telegram, Reddit o X) come fonte di informazioni, essere polemici e avversi alle forme di governo autoritarie, e una tendenza a credere e diffondere teorie del complotto. Sul piano psicologico, inoltre, è emerso un collegamento tra propensione all’utilizzo di criptovalute e la cosiddetta triade oscura, cioè tre tratti della personalità, narcisismo (sub-clinico), machiavellismo e psicopatia (anche qui, sub-clinica), che caratterizzano, con sfumature differenti, la propensione all’insensibilità, all’egocentrismo e alla manipolazione del prossimo.

I risultati – mettono in guardia gli stessi autori dello studio – vanno considerati preliminari, perché si basano su un campione ristretto di persone. E non è detto che siano rappresentativi anche della popolazione di altre nazioni, essendo stati ottenuti studiando unicamente adulti americani. Per questo motivo, i ricercatori di Toronto auspicano che si continui a studiare l’argomento. “I governi di tutto il mondo stanno lavorando per aumentare i controlli sulle criptovalute, e in alcuni casi per emularle – scrivono – e per questo, sarà importante in futuro comprendere cosa attragga le persone verso queste valute digitali”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli amanti delle criptovalute hanno una personalità "oscura" e amano le teorie del complotto
Today è in caricamento