Lunedì, 20 Settembre 2021

Bere il caffè appena svegli è inutile, ecco perché

Se assunta al risveglio la caffeina inibisce gli effetti del cortisolo, conosciuto come l'ormone dello stress. Ma quali sono gli orari più indicati per consumare caffè?

Bere il caffè appena svegli non solo non aiuta ad essere più vigili, ma è addirittura controproducente. Come mostra un video realizzato dal canale YouTube 'ASAP Science', se assunta al risveglio la caffeina inibisce gli effetti del cortisolo, una parte importante del nostro ciclo ormonale (in sostanza quando il nostro corpo produce più cortisolo, generalmente nelle prime ore del mattino, ci sentiamo più svegli). 

Il consumo abituale di caffè interferisce con questo meccanismo: il nostro organismo, a lungo andare, produce meno cortisolo e si affida alla caffeina per tenerci svegli. Il problema, però, è che il nostro corpo sviluppa una certa tolleranza nei confronti della caffeina che col passare del tempo ci fa sempre meno effetto. 

Il cortisolo - spiega la ricerca, ripresa in Italia dal Post - cresce tre volte durante il giorno: la mattina presto, intorno a mezzogiorno e nelle ore serali, e raggiunge il suo massimo tra le 6 e le 10 del mattino. 

Per sfruttare al meglio gli effetti della caffeina dovremmo bere caffè nei momenti in cui il livello di cortisolo scende: tra le 10 e le 12 e tra le 14 e le 17 (quindi il caffè dopo pranzo va benissimo, invece).

Le ore meno indicate per consumare caffè sono invece proprio quelle in cui la produzione di cortisolo è (o dovrebbe essere) al suo apice, ovvero di mattina: chi avverte la necessità di bere caffè per "sentirsi sveglio", probabilmente ha già alterato il suo ritmo circadiano e di conseguenza la capacità di produrre la giusta dose di cortisolo. 

Fonte: Il Post →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bere il caffè appena svegli è inutile, ecco perché

Today è in caricamento