Giovedì, 29 Luglio 2021
Scienza

Charles Darwin era razzista? Ecco i principali miti

Darwin è stata una figura importantissima della storia e della scienza. Ci sono però anche numerose bufale

Il 12 Febbraio era il Darwin Day, ma per tutto il mese di Febbraio (e anche di Marzo) si tengono in tutta Italia eventi e conferenze legate alle scoperte che riguardano scienza, evoluzione e genetica. A Milano, ad esempio, dal 18 al 21 Febbraio si parlerà di strategie sessuali e riproduzione nel mondo vivente (presso Museo Scienze Naturali).

Darwin (1809-1882) è stato uno dei biologi e naturalisti più influenti della nostra storia, diventato celebre per aver formulato la teoria dell'evoluzione, la selezione naturale e la diversificazione da antenati comuni: una vera rivoluzione che ha scosso il parere della società civile e buona parte degli scienziati di allora.

Ogni anno Pikaia.it raccoglie informazioni utili sulle sue grandi scoperte, dagli errori più diffusi sull’evoluzione e alle maggiori bufale. Molti miti, descritti in un altro articolo sulla stessa fonte, riguardano la stessa vita di Darwin.

Si crede, ad esempio, che l'idea di come cambino e si trasformino le specie viventi sia nata sulle isole Galápagos con i famosi "fringuelli" di Darwin: quando il celebre biologo arrivò in quel gruppo di isole osservò che diverse specie di uccelli si erano evoluti con forme dei becchi diverse, ma provenivano da un recente antenato comune che si era poi diversificato nei vari tipi di uccelli. Sicuramente queste isole sono state per Darwin (e non solo) una fonte di studio straordinaria, ma Darwin era almeno un ventennio che stava ragionando sulla teoria dell'evoluzione e i fringuelli (in realtà Traupidi, una famiglia di uccelli) sono solo una delle specie studiate. Non solo: come descritto su Pikaia.it, Darwin sbagliò la loro classificazione, mentre fu l'ornitologo John Gould (l'ornitologo è colui che studia la classificazione degli uccelli) a riconoscere 13 specie di un'unica famiglia di "fringuelli" nei campionamenti che aveva fatto Darwin. Fu quindi merito di Gould, dunque, se quei piccoli uccelli erano stati in grado, anni dopo il viaggio, di confermare le teorie che Darwin da tempo ipotizzava (fonte e dettagli su Linkiesta.it).

Secondo un'altra teoria, sembra che Darwin avesse rubato le idee rivoluzionarie ad Alfred Russel Wallace, naturalista che formulò una teoria dell'evoluzione simile a quella del suo "collega". In effetti Wallace è stato definito "l'altro uomo dell'evoluzione" e non sono rari nella scienza diatribe su chi e quando abbia inventato o ipotizzato qualcosa di incredibile (un esempio è quello che riguarda la scoperta del DNA). Wallace è stato quindi considerato il genio dimenticato, anche se come ribadito da Pikaia.it, carte e corrispondenze confermano che quando Wallace mandò i suoi saggi sulla selezione naturale, Darwin ci stava già lavorando da anni e soprattutto che il rapporto tra i due scienziati era buono, tanto che nel 1858 presentarono entrambi i propri manoscritti alla Linnean Society, e fu riconosciuto a entrambi il merito. Il testo più famoso di Darwin, L’origine delle specie, fu pubblicato più tardi e Wallace ne era un grande "difensore".

Capita infine di sentir parlare di idee razziste di Darwin, dal momento che nei suoi testi si usavano termini "dispregiativi" come selvaggi e razze favorite. Bisogna però considerare che si sta parlando di una persona nata più di due secoli fa e non si possono sicuramente paragonare i livelli culturali di oggi (dove il razzismo, peraltro, è spesso ben presente). Non solo: Darwin era antischiavista, di sicuro una posizione scomoda a quel tempo e non così tanto comune. Per quanto certe sue posizioni oggi possano apparire arretrate rispetto a molti di noi, Darwin aveva già riconosciuto che "tutti gli esseri umani, indipendentemente dal loro colore e dalla loro cultura, facevano parte di un’unica specie che si era differenziata solo in superficie" (fonte e dettagli su Pikaia.it).

In conclusione, Charles Darwin ha avuto delle incredibili intuizioni, merito anche della collaborazione con altri esperti ed era un uomo del suo tempo, con alcune idee particolarmente all'avanguardia per l'epoca. Riconoscere questa sua "umanità" è sicuramente un primo passo per ricordarlo nel modo giusto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Charles Darwin era razzista? Ecco i principali miti

Today è in caricamento