rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Scienze

Chi non riesce ad alzarsi presto è più intelligente

Rimbalza di nuovo in rete uno studio dell'Università di Madrid. Le persone che restano sveglie fino a tardi e fanno tardi al mattino hanno più immaginazione, dicono gli scienziati

Non riuscite ad alzarvi presto al mattino? Niente paura, anzi: siete persone intelligenti e creative, almeno secondo la scienza. Lo studio, che in queste ore sta rimbalzando sulla Rete, è dell'Università di Madrid: secondo gli esperti, le persone che non riescono ad alzarsi presto al mattino sono le più intelligenti e creative. La ricerca dell'Università madrilena dimostra che le persone che lavorano di notte, dormendo di più la mattina, sono più creative e intelligenti rispetto ai loro coetanei che vivono e producono di più nelle prime ore del giorno.

Nelle loro ricerche, gli esperti hanno classificato degli studenti in due categorie. I risultati? Quelli che vanno a dormire tardi e si svegliano a mattinata inoltrata compiono dei ragionamenti più logici e molto più strutturati rispetto agli altri. In altri termini, sarebbero più intelligenti. Anche il dipartimento di psicologia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano ha studiato questo fenomeno. E i professori di psicologia di Milano hanno scoperto che le persone che restano sveglie tardi la notte e fanno tardi al mattino sono dotate di una grande immaginazione e di un riguardo particolare verso il mondo.

Conciliare il buio e l'attività mentale è segno di uno sviluppo delle capacità cognitive e quindi di maggiore intelligenza, dicono gli esperti. Ecco perché, secondo la scienza, le persone che vanno a letto tardi sono più intelligenti. Ad avvalorare questa tesi c'è anche la ricerca condotta da Satoshi Kanazawa della London School of Economics and Political Science di Londra. Il suo studio ha fatto emergere che vi è una forte relazione tra risultati del test per il QI (quoziente intellettivo) e le abitudini notturne. Il valore di QI più alto è stato trovato soprattutto nelle persone che andavano a dormire più tardi. Per arrivare a questa conclusione, Kanazawa ha preso in esame un gruppo di 1200 studenti, scoprendo che le persone più attive farebbero fatica ad addormentarsi per via del loro maggiore grado evolutivo, pensando più del dovuto anche di notte. Ciò non dovrebbe meravigliarci: i nostri progenitori seguivano il ciclo del sole per le loro azioni quotidiane, andando a dormire solo quando tramontava il sole. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chi non riesce ad alzarsi presto è più intelligente

Today è in caricamento