Venerdì, 18 Giugno 2021
Scienze

Covid, perché i primi 5 giorni sono decisivi (e più pericolosi per gli altri)

Le persone sintomatiche con un’infezione da Sars-Cov-2 in atto risultano molto più infettive all’inizio della malattia: lo studio pubblicato su Lancet Microbe

Foto di repertorio

I primi cinque giorni dall’insorgenza dei sintomi sono decisivi per evitare di trasmettere il coronavirus Sars-Cov-2 ai nostri conviventi, colleghi o conoscenti. È quanto suggerisce uno studio pubblicato su Lancet Microbe e condotto dai ricercatori dell’Università di St Andrews che hanno esaminato la carica virale nel tratto respiratorio superiore di 79 pazienti sintomatici, concludendone che il picco di viralità viene solitamente raggiunto appena prima dell’insorgenza dei sintomi o comunque entro 5 giorni dalla loro comparsa. Mentre i virus della Sars e della Mers raggiungevano il picco virale dopo  10-14 giorni e 7-10 giorni, Sars-Cov-2 avrebbe manifestato un’elevata capacità di infettare sin da subito, una caratteristica che lo rende ancora più insidioso.  

Covid, nei primi 5 giorni il picco di viralità

I ricercatori hanno spiegato che sono state trovate tracce del virus anche in campioni eseguiti dopo il nono giorno dall’inizio della malattia, tuttavia ritengono improbabile che il materiale genetico fosse ancora infettivo. Nello specifico,frammenti di RNA virale sono stati ancora trovati in campioni di naso e gola in media fino a 17 giorni dopo l'inizio dei sintomi.

Il fatto che i primi giorni siano quelli in cui viene raggiunto il picco di viralità, non significa ovviamente che dopo una settimana si può stare tranquilli. Tutt’altro. I ricercatori insistono semmai sulla necessità di prestare la massima attenzione alle prime avvisaglie del virus. Il dottor Muge Cevik dell'Università di St Andrews ha spiegato alla BBC che spesso, "quando arriva il risultato del tampone", il paziente “ha già superato la fase più infettiva".

Muge Cevik dell'Università di St Andrews ha spiegato che i risultati ottenuti sono "in linea con gli studi di tracciamento dei contatti" e suggeriscono che "la maggior parte degli eventi di trasmissione virale si verifica entro i primi cinque giorni dall’insorgenza dei sintomi". Per questo "è importante mettersi in isolamento al presentersi delle prime avvisaglie".

Che cos'è questa storia delle mascherine chirurgiche che "servono a poco" contro il virus

Coronavirus e trasmissione airborne: come ci si contagia all'aperto a causa degli assembramenti

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, perché i primi 5 giorni sono decisivi (e più pericolosi per gli altri)

Today è in caricamento