rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
SALUTE

Di cosa sono fatte le caramelle gommose?

La materia prima di un tipico dolciume potrebbe far storcere il naso a qualcuno, anche se si tratta solo di una proteina

Avrete assaggiato almeno una volta le caramelle gommose e almeno una volta vi avranno raccontato del fatto che sono ottenute con scarti di animali. Sarà vero?

In parte sì, anche se è bene fare un po' di chiarezza. Spesso vengono riportate immagini allarmanti su siti pagine facebook, che farebbero desistere anche il consumatore più incallito.

Si sta parlando in particolare dell'ingrediente E441, nome in codice (e un po' inquietante) per parlare della gelatina animale. Di cosa si tratta?

Come spiegato su Bufale Un Tanto Al Chilo, è una proteina naturale, ottenuta da materia prima di origine animale contenente collagene. Secondo la GME, la gelatina è una "proteina naturale e solubile, gelificata o non, ottenuta per idrolisi parziale del collagene prodotto a partire da ossa, pelli, tendini e nervi di animali", mentre il collagene è un "prodotto a base di proteine ottenuto da ossa, pelli e tendini, fabbricato secondo i pertinenti requisiti del presente regolamento".

Da dove proviene la gelatina? La maggior parte della gelatina prodotta in Europa proviene dalle cotenne suine: in particolare l'80% è pura e derivata da cotenna di maiale, il 15% proviene da spaccatura bovina (lo strato intermedio tra pelle superiore e strato sottocutaneo) e il 5% da ossa di maiali o bovini e dal pesce (qui potete trovare dettagli sulla preparazione).

Dunque, se siete vegetariani o vegani vi conviene controllare l'etichette perché probabilmente caramelle (e tantissimi altri prodotti) contengono queste proteine di origine animale. Non c'è però nulla di sconvolgente, in quanto la gelatina è, appunto, una proteina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di cosa sono fatte le caramelle gommose?

Today è in caricamento