La salute dipende dai batteri intestinali

Una nuova ricerca conferma che il Dna dei batteri intestinali è determinato pesantemente dall'alimentazione e più generale dallo stile di vita

Da tempo si sa che la flora batterica presente nel nostro intestino è molto importante per la salute. Ad esempio, è stato scoperto che una popolazione "sbagliata" di batteri può favorire l'obesità, anche con una dieta corretta. Ormai da anni si è quindi cercato di capire cosa all'interno delle popolazioni batteriche determina una caratteristica piuttosto che l'altra e ci si è così concentrati sul microbioma, ovvero l'insieme del materiale genetico dei batteri presenti nell'intestino, al punto che esistono progetti dedicato solo a questo. Adesso, una nuova scoperta, fatta da un team di ricercatori del J. Craig Venter Institute californiano, pubblicata e descritta sulla rivista “Cell Reports” dimostra che il microbioma dipende da alimentazione e stili di vita.

I primi risultati concreti, frutto di queste scoperte, stanno già arrivando: la progettazione di farmaci sintetizzati grazie all'analisi proprio del Dna dei batteri che sono ospitati dall'intestino umano è uno di questi. Per un utilizzo più efficace di queste informazioni, i ricercatori stanno studiando come il microbioma cambia in base agli stili di vita degli esseri umani.

Nel nuovo studio, descritto su LeScienze.it, si è apporofondita proprio questa relazione su una popolazione centrafricana cacciatrice-raccoglitrice, i pigmei BaAka, che non ha subito influenze dal mondo moderno. Dal confronto con un'altra popolazione locale (i Bantu), agricoltori che vivono in società leggermente più evolute e che utilizzano anche farmaci e antibiotici, si è scoperto che questi ultimi hanno una varietà di popolazioni microbiche nell'intestino a metà strada tra quella dei paesi occidentali e quella dei cacciatori-raccoglitori.

I risultati, ottenuti su campioni fecali di qualche decina di individui delle due popolazioni, mostrano che i batteri sono simili, ma quelli "tradizionali" sono inferiori nei Bantu. Questo è in accordo col fatto che la varietà dei batteri negli intestini di abitanti del mondo industrializzato sia decisamente minore e più in generale dimostra che il microbioma è determinato pesantemente dall'alimentazione e più generale dallo stile di vita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questa ricerca è fondamentale, perché se il microbioma riflette lo stile di vita, una sua analisi può darci informazioni sul nostro stato di salute, le nostre suscettibilità e si può anche pensare di intervenire in maniera specifica per migliorare la salute stessa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto: un 5stella vince 1.952.527 euro

  • Nuovo Dpcm, ci siamo (quasi): le regole in vigore dal 10 agosto, cosa cambia per gli italiani

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 8 agosto 2020

  • Amadeus e Fiorello inseparabili: eccoli in vacanza con le mogli prima di Sanremo 2021

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 4 agosto 2020

  • Anna e Andrea dopo Temptation: lui le fa una sorpresa bollente per festeggiare la convivenza (FOTO)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento