Martedì, 3 Agosto 2021
Scienze

Scoperta la prima rappresentazione di Gesù in un codice di 2000 anni fa

Straordinaria scoperta in Giordania. Si tratterebbe del primo scritto che descrive la figura di Gesù Cristo

Sono ancora tanti i dubbi che avvolgono il reperto trovato alcuni anni fa in Giordania. Una sorta di piccolo libro, con le pagine in piombo, che rappresenterebbero l’immagine ed il ruolo di Gesù nella società del tempo. Si tratterebbe del primo scritto che racconta il ruolo del Messia e dei suoi discepoli. 

Il lavoro di traduzione, non semplice per l’antichissima versione dell’ebraico, ha offerto un’immagine di Gesù del tutto nuova. In pratica, secondo i ricercatori, il ruolo del personaggio descritto nelle tavolette sarebbe di ripristinare l’antico culto del Tempio di Salomone, tradizione andata perduta in quel’epoca.

gesù-e1480615911929-2

L’intenzione di Gesù non sarebbe stata quella di fondare una nuova religione, come effettivamente è accaduto, ma di riprendere i valori antichi dell’Ebraismo; quelli del Re Davide. 

L’originalità delle tavolette è stata da molti messa in discussione, ma una ricerca dell’Università del Surrey ha effettivamente dimostrato come il piombo delle pagine sia stato effettivamente realizzato duemila anni fa in quell’area geografica. Se l’originalità delle tavolette sia confermata, dimostrebbe come lo sviluppo della religione Cristiana sia avvenuto indipendentemente dalla volontà del Nazzareno.

Tutte le notizie e le curiosità sul mondo scientifico su Scienze Notizie

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperta la prima rappresentazione di Gesù in un codice di 2000 anni fa

Today è in caricamento