rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Ambiente

Greenpeace propone un'alternativa agli Ogm: ma è vecchia di un secolo

La MAS è una tecnica scoperta un secolo fa e che viene usata per creare nuove colture. Nonostante possa essere utile, non si contrappone agli OGM, né è una nuova tecnologia

Un nuovo tipo di biotecnologia sostenibile e privo di rischi, a  differenza degli OGM. Questo il verdetto di Greenpeace sulla MAS, tecnica di modifica degli alimenti.

Come si spiega nel documento "Smart Breeding: la nuova generazione di piante" la MAS (marker assisted selection) è un utile strumento per il miglioramento genetico delle piante. Funziona sulla ricerca di piccole differenze nel DNA vegetale che possano essere seguite, in quanto vicine a parti di DNA con caratteristiche interessanti, per esempio dal punto di vista agronomico. In questo modo il miglioramento delle varietà diventa più veloce.

Non è però una tecnica nuova né innovativa. Il principio base di questa tecnica, infatti, è stata scoperta dal genetista Sax addirittura nel 1922. Ma soprattutto si tratta di una tecnica ben diversa dall'ingegneria genetica, perché fa cose diverse: la prima permette di selezionare una diversità genetica, la seconda invece l'aumenta, visto che è possibile introdurre in un determinato organismo geni estranei. La MAS non è quindi una tecnica "che guarda al futuro" e tantomeno alternativa agli OGM, semmai complementare (spesso gli OGM vengono fatti utilizzando anche la MAS).

Quello che però stona di più in tutta la questione è che la MAS venga considerata una tecnologia nuova e sicura, a differenza degli OGM. Su questo non vi è alcuna dimostrazione scientifica, anzi. Non solo gli OGM sono studiati e analizzati da decenni e non hanno mai portato ad alcun problema, che non sia riconducibile a quello dei normali alimenti che consumiamo, ma utilizzare la MAS non esclude assolutamente "a priori" i rischi per la salute o l'ambiente.

In conclusione, la MAS è sicuramente una tecnica utile che viene utilizzata in tutto il mondo, ma comporta dei problemi tecnici e non può essere considerata un'alternativa agli OGM, né un'alternativa esente da rischi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Greenpeace propone un'alternativa agli Ogm: ma è vecchia di un secolo

Today è in caricamento