rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
SALUTE

Grillo e il complotto sul metodo Di Bella: gli scienziati insorgono

Il metodo Di Bella è stato bocciato dalla comunità scientifica anni fa. Oggi però Grillo riporta la polemica sul suo blog, parlando di complotto

Beppe Grillo riapre le polemiche sul caso Di Bella, un metodo di cura alternativo per il trattamento per il cancro che è stato bocciato da tempo dalla comunità scientifica, in quanto inefficace.

La sperimentazione del metodo iniziò nel 1999 dal Ministero della Salute, dopo ampie polemiche, ma poco dopo uno studio pubblicato sul British Medical Journal dimostrò che la terapia, salutata da molti come rivoluzionaria, non funzionava. La comunità scientifica da allora si è espressa sempre in maniera netta contro il metodo, in quanto inefficace. Una buon riassunto dell'intera vicenda lo fornisce il medico Salvo Di Grazia (in arte Medbunker).

Nonostante questo, Beppe Grillo è tornato recentemente sul caso, aprendo un vespaio di polemiche tra i molti "professionisti" nell'ambito scientifico che già conoscevano la triste vicenda. Non solo: ha anche parlato di un vero e proprio complotto che avrebbe impedito la diffusione di questo promettente metodo.

Eppure, tra i tanti esponenti scientifici, l'American Cancer Society giudicò il metodo MDB con queste parole: "L’evidenza scientifica disponibile non supporta le affermazioni sull’efficacia della terapia Di Bella nel curare il cancro. Può causare effetti collaterali seri e pericolosi".

Dunque, nessun rimedio rivoluzionario, purtroppo. Ma anzi pericoli per i pazienti in difficoltà che si sono affidati a questa terapia, abbandonando quelle tradizionali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grillo e il complotto sul metodo Di Bella: gli scienziati insorgono

Today è in caricamento