Lunedì, 20 Settembre 2021
Natura

I corridoi dell'Africa: tra sviluppo e rischio ambientale

In Africa sono stati costruiti numerosi corridoi di sviluppo, che si portano dietro potenzialità e grandi rischi

Strade, ferrovie, oleodotti e altre strutture: questi sono i cosiddetti "corridoi di sviluppo" che sono stati costruiti negli ultimi anni in molte zone dell'Africa.

E siccome se ne stanno costruendo altri, alcuni ricercatori stanno cercando di capire se siano strutture utili e quanto sia gravoso l'impatto sull'ambiente. Secondo uno studio pubblicato su Current Biology, la situazione è tutt'altro che rosea e molti habitat naturali sono fortemente minacciati. 

Come spiegato su OggiScienza, l’Africa è un continente che sta cambiando e anche anche per la crescita minerariasta promuovendo la costruzione di strade, ferrovie e altre strutture per permettere l'esportazione di minerali. Questi “corridoi di sviluppo“ sono quindi zone densamente popolate e con una maggior produzione agricola. Il problema è che la loro crescita sta mettendo in pericolo l'ambiente.

Secondo gli autori dell'articolo, infatti, su 33 corridoi totali, molti hanno effetti potenzialmente devastanti per il territorio, in termini di diversità vegetale, sopravvivenza dei vertebrati e altri parametri. Solo cinque infatti sono stati definiti “promettenti”, cioè con un rapporto beneficio/rischio spostato verso i benefici. In tutti gli altri i benefici agricoli erano comparabili o insufficienti rispetto al danno ambientale provocato.

Che fare? La proposta sarebbe quella di chiuderli, anche se non si può non considerare la necessità delle popolazioni africane di promuovere lo sviluppo.

Sicuramente, però, nei decenni futuri sarà importante trovare un compromesso tra le necessità di sviluppo e la conservazione del territorio per la salvaguardia ambientale, prima che gli habitat locali vengano definitivamente compromessi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I corridoi dell'Africa: tra sviluppo e rischio ambientale

Today è in caricamento