Giovedì, 24 Giugno 2021
SALUTE

Limone e "acido citrico": la confusione regna sovrana

C'è molta confusione su molti termini apparentemente simili. Vediamo cosa va bene per la salute

Qual è la differenza tra limone e acido citrico? Ve lo sarete probabilmente chiesti mentre vi stavate gustando una limonata, leggendo l'etichetta.

Alcuni di voi si saranno accordi che spesso nelle bevande al limone....non c'è il limone! Di solito però si trova l’acido citrico, che spesso è indicato come E330. Di cosa si tratta? sarà sicuro per la nostra salute?

Come spiegato da Divulgativamente l’acido citrico è la molecola chimica che dà il sapore aspro al limone. Non si trova solo nel limone, ma anche negli altri frutti e in molte verdure.  Il limone, comunque, ne contiene una grande quantità: fino al 7%.

Nononstante il nome che potrebbe suonare strano per alcuni, non c'è alcun rischio per la salute, dal momento che ne assumiamo grandi quantità ogni giorno. Fra l'altro l'acido citrico è una molecola importante per l'organismo perché è fondamentale per il ciclo di respirazione cellulare.
Nell'industria alimentare, oltre all'acido citrico, si usa anche l’acido ascorbico, utile come antiossidante. Sono composti che servono a prevenire il deperimento dovuto al contatto con l'aria ed è per questo che frutti come le mele, una volta tagliate, sono associate al succo di limone per evitare che le fette imbruniscano per effetto dell'ossigeno. Questa strategia è usata, ad esempio, per la preparazione delle torte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Limone e "acido citrico": la confusione regna sovrana

Today è in caricamento