rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Scienze

Mangiarsi le unghie, uno studio rivela l'origine del disturbo

I soggetti abituati a mangiarsi le unghie hanno la tendenza ad essere perfezionisti e frustrati se non raggiungono un obbiettivo

A chi non è capitato, almeno una volta, di mangiarsi le unghie? Una cattiva abitudine che potrebbe svelare una caratteristica ben precisa del carattere. Da sempre correlata al nervosismo e ad uno stato di ansia, il mangiarsi le unghie potrebbe avere un significato del tutto differente. A rivelarlo è una ricerca pubblicata sulla rivista Journal of Behavior Therapy e Experimental Psychiatry, riportata da Scienze Notizie.

I ricercatori hanno spiegato come l'abitudine possa indicare una significativa inclinazione al perfezionismo. In pratica, secondo gli esperti, coloro che si mangiano le unghie non riescono a rilassarsi fino al raggiungimento di un determinato obbiettivo e pertanto si "sfogano" con le unghie.

Chi ha l'abitudine di mangiarsi ripetutamente le unghie è un perfezionista molto incline alla frustrazione quando non ottiene un determinato scopo. La mancanza dell'obbiettivo spinge il soggetto all'impazienza e ad uno stato di perenne insoddisfazione. La ricerca si è basata sul comportamento di 48 volontari, tutti soggetti indicati come inclini a mangiarsi le unghie, ai quali sono state sottoposte delle domande indirizzate a comprendere le loro emozioni. I risultati confermano che i soggetti abituati a mordicchiarsi le unghie siano caratterizzati da tratti di estremo perfezionismo. Ma mangiare le unghie fa male anche dal punto di vita fisico, come spiegano gli esperti, per i danni ai denti ed alle unghie stesse che perdono vigore.

Tutte le news dal mondo scientifico su Scienze Notizie

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mangiarsi le unghie, uno studio rivela l'origine del disturbo

Today è in caricamento