Sabato, 19 Giugno 2021
Natura

Margherite mutanti da Fukushima. O forse no?

Una foto fa il giro del mondo, scatenando il panico. Ma le cose stanno diversamente

Margherite mutanti trovate a Fukushima. Sono tanti i giornali che stanno riportando la foto caricata su Twitter di alcune margherite malformate. E ne abbiamo anche parlato qui su Today.

Nel luogo dove sono state fotografate queste margherite “allungate”, a 173 chilometri dal reattore di Fukushima, le radiazioni hanno raggiunto i 0,5 μSv/h (micro Sievert in un'ora). Un livello che può spaventare, ma che, come spiegato su NationalGeographic, è appena al di sopra della norma e considerato sicuro per “insediamenti a medio e lungo raggio”. Ma quella forma strana è dovuta alle mutazioni dopo il disastro del 2011?

Secondo Jeffrey J. Doyle, professore di biologia delle piante alla Cornell University, è vero che le radiazioni potrebbero aver causato la formazione di fiori "strani", ma quella che si vede in foto è una mutazione molto comune, che si può osservare un po' ovunque, anche in zone non esposte a radioattività. Si tratta di una malformazione che può avere numerose origini e che è presente in tante specie di margherite. In altre parole, potrebbe tranquillamente capitare di trovarle nel proprio giardino.

Certo, non si può escludere che siano state le radiazioni di Fukushima, ma non basta trovare qualche fiore "strano" per poter dare una colpa. Le cose sarebbero diverse se si trovassero interi campi fatti in questo modo e su decine di chilometri. C'è chi si spinge oltre, come Edwin Lyman, ricercatore della Union of Concerned Scientist, che sostiene come anche con livelli di radiazioni dieci volte più alti sarebbe improbabile vedere mutazioni signficative.
 

Questo non deve chiaramente far abbassare la guardia e stanno continuando gli studi sulle zone vicine a Fukushima, ma bisogna farlo senza allarmismi ingiustificati.

margherite-2-3

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Margherite mutanti da Fukushima. O forse no?

Today è in caricamento