rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
SALUTE

McDonald's costretta a svelare gli additivi "segreti": ecco la verità

Gira la notizia sul fatto che la Svizzera abbia imposto trasparenza sugli additivi usati dalla grande multinazionale. Facciamo il punto

La notizia è davvero una bomba. Sembrerebbe infatti che la grande multinazionale Mc Donald's sia stata costretta dalla Svizzera a rendere nota la lista degli additivi segreti usati per preparare i suoi panini. Se ne parla in realtà già da anni (vedi The Indipendent, 2008), ma la notizia gira ancora molto.

Cerchiamo quindi di capire meglio cos'è successo. Innanzitutto è vero: tutte le aziende alimentari sono obbligate a riportare le liste di ingredienti, non solo in Svizzera, né tantomeno per merito del piccolo paese europeo (il probabile documento a cui ci si riferisce è del 2013). Non solo:è lo stesso sito del Mc Donald's a rendere disponibili tutti gli ingredienti.

Cosa dire riguardo gli additivi? Fortunatamente ogni additivo deve essere autorizzato per l'utilizzo e i dati sono consultabili. Chiariamo che gli additivi sono qualsiasi sostanza impiegata nella preparazione e commercializzazione di un prodotto alimentare e sono indicati con la lettera E. Vi sono poi delle sottocategorie che servono a classificare gli additivi in base al loro scopo: possono servire per mantenere la freschezza, impedire la crescita batterica (conservanti), aiutare la lavorazione o migliorare la consistenza e presentabilità di un prodotto. Nonostante la loro cattiva fama, la stragrande maggioranza degli additivi possono essere utilizzati senza problemi, purché in quantità limitate (per esempio nei cibi). Non deve poi spaventare la sigla con i numeri: E330, ad esempio, è semplicemente l'acido citrico contenuto nei limoni, l'E460 è la cellulosa e l'E150 è il caramello.

Questo ovviamente non significa che non vi siano additivi più pericolosi di altri, ovvero la cui concentrazione dev'essere più bassa per assicurare la sicurezza del prodotto che li contiene. Tuttavia anche gli additivi dei famigerati panini del McDonald's sono stati autorizzati e sono più comuni di quanto si possa credere. Vediamo qualche esempio.

L'E472e sta per Esteri mono-e diacetiltartarici di mono-e digliceridi degli acidi grassi. Nonostante il nome inquietante, l'E472e è un emulsionante e serve per indurire il pane ed è usato dovunque nella cottura del pane, non solo nei panini del McDonald's. In generale un emulsionante è una sostanza che permette a due ingredienti come acqua e olio di stare insieme. Per questo motivo, anche la maionese contiene un emulsionante (fonte e dettagli sul blog del chimico Dario Bressanini) che si chiama lecitina, è identificato come E322 e si trova ad esempio nel tuorlo dell'uovo: nonostante si tratti di un additivo naturalmente presente in natura e negli alimenti è stato messo erroneamente nella "lista nera" degli additivi usati dalla multinazionale americana.

Un altro esempio è l'E307 o tocoferolo, che in alte dosi provocherebbe macchie sulla pelle. In realtà il tocoferolo è la Vitamina E, si trova in tanti alimenti in natura (ad esempio nell'olio di semi) ed è molto importante per il nostro organismo.

In conclusione gli additivi alimentari, anche quelli usati dal McDonald's, sono sostanze testate e considerate sicure per un uso moderato. Vero è che gli additivi possono essere utilizzati per "ingannare" il consumatore così com'è vero che il cibo di McDonald's, molto ricco di grassi e zuccheri, va consumato con moderazione. Allarmare sulle sigle e reputarle dannose a prescindere, però, non è sicuramente un modo per mangiare in modo più consapevole.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

McDonald's costretta a svelare gli additivi "segreti": ecco la verità

Today è in caricamento