Domenica, 9 Maggio 2021
SALUTE

Quando un mal di testa lancinante può nascondere la meningite

L'infiammazione delle membrane che ricoprono il cervello non è comune solo nei bambini: negli adulti i sintomi compaiono meno rapidamente e spesso vengono scambiati per quelli della febbre

La meninginte batterica è rara ma letale. Uno studio della Meningitis Research Foundation ha rivelato che su 3200 casi all'anno, circa la metà riguarda persone con più di 15 anni, smentendo l'opinione diffusa che vuole che questo tipo di malattia colpisca più frequentemente i bambini.

La meningite è un'infiammazione delle membrane che rivestono il cervello e il midollo spinale, causata da batteri o virus, ma anche da particolari farmaci e malattie.

Il Daily Mail ha raccontato la storia di Sharon Fallon, una giovane donna irlandese madre di due figli, che ha rischiato di morire per aver sottovalutato i sintomi della meningite batterica pneumococcica, scambiata per un'emicrania molto acuta proprio perchè, come ha detto la stessa Fallon, "non era una malattia che associavo a noi adulti".

I sintomi sono gli stessi, ma progrediscono più velocemente nelle persone più giovani e per questo è più facile individuarli. Se i bambini si ammalano abbastanza velocemente, gli adulti affrontano i primi sintomi come se si trattassero di influenza. I sintomi più rivelatori della meningite e della setticemia, come vomito e rash, tendono a comparire dalle 10 alle 20 ore dopo i primi sintomi.

"Sharon ha descritto il suo mal di testa come se questa dovesse esplodere, accompagnato più tardi dal vomito; questi segni indicano una maggiore pressione sul cervello", ha spiegato la dottoressa Nelly Ninis, consulente in pediatria al St. Mary's Hospital di Londra.

La meningite batterica può produrre diversi sintomi. La meningite da pneumococco provoca negli ammalati sintomi come mal di testa e dolore al collo. La meningite meningococcica associa questi sintomi a quelli della setticemia, come febbre, mani e piedi freddi, dolori articolari e rash. "La meningite meningococcica provoca il rash, che indica che la malattia è progredita e ha avvelenato il sangue - ha spiegato la dottoressa Ninis - È una forma di malattia molto rapida e letale. Con la meninigite prenumococcica di solito non c'è eruzione cutanea ma può essere altrettanto letale se non è curata in tempo". 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quando un mal di testa lancinante può nascondere la meningite

Today è in caricamento