rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
TECNOLOGIA

Inventato un altoparlante sottile come un foglio di carta

Consuma pochissimo, e garantisce volume e qualità audio di uno speaker tradizionale. Potrebbe trasformare qualunque oggetto, persino un’intera parete, in una cassa audio

Scordatevi altoparlanti e speaker, perché in futuro qualunque oggetto – un cuscino o il bracciolo di una poltrona, il piano della nostra scrivania o persino il muro – potrà riprodurre la vostra musica proferita. All’Mit di Boston, infatti, hanno appena inventato una nuova tecnologia per la riproduzione di suoni, che permette di ottenere degli speaker sottili come un foglio di carta, che possono essere incollati sopra qualunque oggetto per trasformarlo, a tutti gli effetti, in una cassa acustica. E le possibili applicazioni di questa nuova tecnologia – assicurano i ricercatori dell’Mit – vanno ben al di là della semplice riproduzione di musica e suoni.

Una tecnologia innovativa

L’invenzione è descritta in uno studio pubblicato sulla rivista IEEE Transactions on Industrial Electronics, e si basa su un nuovo procedimento produttivo che rivoluziona il concetto di altoparlante. Negli speaker tradizionali, infatti, gli impulsi elettrici devono passare all’interno di una bobina che produce un campo magnetico, che muove una membrana che sua a sua volta muove l’aria soprastante, producendo così il suono desiderato. Tutti questi componenti, ovviamente, rappresentano un vincolo fisico alle dimensioni e alla forma che può avere l’intero meccanismo.

Nel nuovo altoparlante superpiatto dell’Mit bobina e membrana vengono del tutto eliminati: il segnale elettrico raggiunge una sottile lamina di materiale piezoelettrico (capace cioè di deformarsi quando viene sottoposto a una tensione elettrica), ed è direttamente questa a muovere l’aria e produrre il suono. Gli speaker sono composti da un foglio di plastica sottilissimo, al cui interno sono presenti una moltitudine di microscopici inserti di un materiale chiamato polivinilidenfluoruro, lavorato per avere uno spessore di appena 8 micron.

Nei test effettuati nei laboratori dell’Mit gli speaker ultrapiatti hanno dimostrato di poter produrre suoni con un’ottima qualità sonora, alto volume, e utilizzando appena 100 milliwatt (o millesimi di watt) di potenza, contro il watt e più che consuma un normale speaker casalingo. La composizione modulare dei nuovi altoparlanti permette inoltre di realizzare fogli di qualunque dimensione, con un processo produttivo estremamente semplice.

Musica, ma non solo

Potrebbero quindi trasformare qualunque oggetto in una cassa audio. Essere stampati come carta da parati per ricoprire intere pareti, o anche per tappezzare l’abitacolo di un’automobile o di un aereo, trasformando qualunque ambiente in un sistema audio con surround ultra immersivo. Le loro caratteristiche uniche permettono di immaginare anche utilizzi più avveniristici: applicati alle pareti di un abitacolo di aereo, o nei vagoni di treni e metropolitane (o perché no, una camera da letto), potrebbero trasformarsi ad esempio in silenziatori attivi, cioè sistemi che eliminano i rumori ambientali fastidiosi producendo un’onda sonora identica a quella presente, ma di fase opposta (due suoni identici ma di fase opposta si eliminano a vicenda).

O ancora, potrebbero essere utilizzati come generatori di ultrasuoni, o persino come sistemi di sicurezza, sfruttando l’ecolocazione in modo simile all’uso che ne fanno i pipistrelli, per seguire a distanza tutti i movimenti di cose e persone presenti in una stanza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inventato un altoparlante sottile come un foglio di carta

Today è in caricamento