rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Scienze

Omicron, l'effetto del booster con il vaccino Moderna contro la variante del Covid

Basta una mezza dose del vaccino per aumentare di 37 volte il livello di anticorpi neutralizzanti

La dose booster del vaccino a mRna Moderna nel dosaggio da 50 microgrammi (pari cioè alla metà della dose utilizzata nelle due iniezioni del ciclo primario) attualmente autorizzato ha aumentato i livelli di anticorpi neutralizzanti contro la variante Omicron del virus SarsCoV2 di circa 37 volte rispetto ai livelli pre-boost, e ad una dose di 100 µg ha aumentato i livelli di anticorpi neutralizzanti di circa 83 volte rispetto a livelli pre-boost. Sono i dati preliminari, annunciati oggi dalla compagnia farmaceutica, che includono sieri di 20 riceventi il richiamo a ciascuna delle dosi considerate. La società ha testato per la variante Omicron sia il vaccino autorizzato che i candidati booster multivalenti, i quali anche hanno rinforzato gli anticorpi neutralizzanti anti-Omicron all'incirca degli stessi livelli.

Sulla base dei risultati emersi, si legge in una nota, vista la "forza dei titoli di anticorpi neutralizzanti generati dal vaccino" attuale "mRNA-1273" e visto "il rapido ritmo di espansione di Omicron e la maggiore complessità della distribuzione di un nuovo vaccino, la società concentrerà i suoi sforzi a breve termine sul booster mRna-1273 per affrontare" il nuovo mutante, pur continuando a lavorare a un vaccino specifico per Omicron.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicron, l'effetto del booster con il vaccino Moderna contro la variante del Covid

Today è in caricamento