Martedì, 2 Marzo 2021
Lo studio dell'Iss

Chi sono i morti per Covid-19

Sono dodici i giorni che in media si registrano dall'insorgenza dei sintomi alla constatazione del decesso del paziente. Secondo una analisi dell'Istituto superiore di sanità solo l'uno per cento dei deceduti aveva meno di 50 anni

 Il presidente dell'Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro, nel corso della presentazione del rapporto sulla situazione epidemiologica nel Paese, ha chiarito che la popolazione che decede ha un'età mediana di 82 anni è un'età media di 81 anni, aggiungendo che il 90% dei deceduti ha una presenza di più patologie, 3 o più nel 78% dei casi. Inoltre il 39,9% dei decessi è stato registrato in Lombardia.

eta decessi-2

Le terapie intensive ospitano soprattutto persone oltre 70 anni e prevale la popolazione maschile. Nel 90,8% delle diagnosi di ricovero erano menzionate condizioni (per esempio polmonite, insufficienza respiratoria) o sintomi (per esempio, febbre, dispnea, tosse) compatibili con SARS-CoV-2. In 491 casi (9,2% dei casi) la diagnosi di ricovero non era da correlarsi all’infezione. In 72 casi la diagnosi di ricovero riguardava esclusivamente patologie neoplastiche, in 165 casi patologie cardiovascolari (per esempio infarto miocardico acuto-IMA, scompenso cardiaco, ictus), in 70 casi patologie gastrointestinali (per esempio colecistite, perforazione intestinale, occlusione intestinale, cirrosi), in 184 casi altre patologie.

Sono dodici i giorni che in media si registrano dall'insorgenza dei sintomi alla constatazione del decesso del paziente. L’insufficienza respiratoria è stata la complicanza più comunemente osservata in questo campione (94,1% dei casi), seguita da danno renale acuto (23,6%), sovrainfezione (19,3%) e danno miocardico acuto (10,8%).

tempi prima decesso-2

La terapia antibiotica è stata comunemente utilizzata nel corso del ricovero (85,9% dei casi), meno utilizzata quella antivirale (50,2%), più raramente la terapia steroidea (49,8%). Il comune utilizzo di terapia antibiotica può essere spiegato dalla presenza di sovrainfezioni o è compatibile con inizio terapia empirica in pazienti con polmonite, in attesa di conferma laboratoristica di SARS-CoV-2. In 1384 casi (24,5%) sono state utilizzate tutte 3 le terapie. Al 4,1% dei pazienti deceduti SARS-CoV-2 positivi è stato somministrato Tocilizumab come terapia.

Lo studio dell'ISS su 55.824 anziani deceduti: qui il Pdf

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chi sono i morti per Covid-19

Today è in caricamento