rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
La situazione / Cina

La nuova polmonite misteriosa tra i bambini in Cina: i sintomi e cosa sta succedendo

L'organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha chiesto al gigante asiatico di fornire informazioni dettagliate sull'aumento delle malattie respiratorie e sui focolai segnalati nei bimbi in diverse città. Febbre alta e noduli polmonari: gli ospedali sarebbero intasati dai casi. Cosa sappiamo finora

C'è un nuovo allarme sanitario in Cina, a 4 anni dalla pandemia di Covid-19. In alcune metropoli cinesi è scattata l'emergenza sanitaria per una misteriosa polmonite che sta colpendo i bambini. Il primo "alert" è arrivato da ProMed, un sistema di sorveglianza accessibile al pubblico che monitora le epidemie di malattie umane e animali in tutto il mondo: il portale ha emesso un avviso parlando di "polmonite non diagnosticata" nei bambini, con febbre alta e tracce nei polmoni, ma senza tosse. A fine 2019 era stato proprio il portale ProMed a lanciare il primo allarme su un virus respiratorio sconosciuto, poi ribattezzato Sars-CoV-2.

Come spesso avviene, per le notizie provenienti dalla Cina è difficile trovare una conferma ufficiale. I vicini quotidiani taiwanesi, a partire da Ftv News, confermano però la situazione di allarme sanitario. "Molti sono ricoverati in ospedale - ha raccontato un residente di Pechino -. Non tossiscono. Hanno semplicemente la febbre alta e molti sviluppano noduli polmonari".

L'allarme in Cina per un'epidemia di polmonite fra i bambini

Sta di fatto che l'organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha chiesto alla Cina di fornire informazioni dettagliate sull'aumento delle malattie respiratorie e sui focolai di polmonite tra i bambini. Pechino li attribuisce all'allentamento delle misure anti covid. I media asiatici parlano soprattutto di Pechino e Liaoning come metropoli più colpite da questa epidemia di polmonite che avrebbe come sintomi la febbre alta e i noduli polmonari. Gli ospedali sarebbero intasati dai casi e ci sarebbero molte classi nelle scuole falcidiate da bambini ricoverati.

In sostanza, nelle scorse ore l'Oms ha sollecitato la popolazione cinese a "seguire misure per ridurre il rischio di malattie respiratorie", considerato il picco di casi segnalato fra i bambini, soprattutto nel nord del paese. Le misure preventive sollecitate sono le vaccinazioni e la distanza dalle persone ammalate. "L'Oms ha avanzato alla Cina una richiesta ufficiale per informazioni dettagliate su un incremento di malattie respiratorie e i casi di polmonite fra in bambini", scrive l'organizzazione in una dichiarazione sui social. L'Oms ha anche richiesto informazioni aggiuntive sulle recenti tendenze nella circolazione di patogeni conosciuti, inclusi quelli dell'influenza, il Sars-Cov-2 (il virus del Covid-19), il virus respiratorio sinciziale (Rsv), la causa più frequente di patologia delle vie aeree inferiori nei lattanti, e il "mycoplasma pneumoniae", oltre che sul grado di sovraffollamento del sistema sanitario.

Si tratta di "polmonite ambulante"?

Sui social media cinesi circolano diverse immagini in cui si vedono i corridoi degli ospedali affollati di bambini. Dalle poche informazioni emerse finora, sembra che i sintomi principali siano raffreddore, tosse, mal di gola e affaticamento. Ciò che allarma, però, è il fatto che la malattia possa peggiorare e trasformarsi in polmonite. L'agenzia statunitense Bloomberg ha parlato di "polmonite ambulante", una particolare tipologia di infezione batterica che è lieve e solitamente non richiede il ricovero in ospedale.

studenti mascherine scuola cina lapresse

Il dottor Eric Feigl-Ding, noto epidemiologo, su X ha rilanciato l'allarme con diversi post e video che raccontano la situazione degli ultimi giorni: lunghe file con genitori e bambini davanti agli ospedali pediatrici, scuole chiuse. Una prima ipotesi - secondo l'epidemiologo statunitense - è che questi casi siano riconducibili al "mycoplasma pneumoniae", un batterio responsabile di patologie che interessano soprattutto l'apparato respiratorio (qui per approfondire). Potrebbe trattarsi di "polmonite ambulante, che secondo alcuni fonti sarebbe in aumento in Cina", ha scritto Feigl-Ding, pubblicando foto di bambini ricoverati in ospedale con mascherine e flebo, mentre fanno i compiti per la scuola.

Se questa polmonite misteriosa nei bambini sta mettendo di nuovo a dura prova il sistema sanitario cinese, alcuni esperti fanno notare che potrebbe essere la conseguenza della revoca delle restrizioni post pandemia nel gigante asiatico. Lo stesso infatti è accaduto in Europa e negli Stati Uniti lo scorso inverno, con un'epidemia di casi di virus respiratorio sinciziale nei bambini e una stagione influenzale 2022-2023 più pesante. I sintomi della "polmonite ambulante" - che generalmente colpisce i bambini piccoli - includono mal di gola, affaticamento e tosse persistente che può durare settimane o mesi. Nei casi più gravi può eventualmente degenerare in polmonite.

"Si tratta della prima ondata di infezioni da mycoplasma pneumoniae da quando la maggior parte delle misure di contenimento anti covid sono state revocate all'inizio di quest'anno", ha spiegato Zhou Huixia, direttore del Children's medical centre del seventh medical center of the chinese Pla general hospital, in un'intervista al China Daily. "L'ondata è apparsa particolarmente aggressiva dopo la festa nazionale all'inizio di ottobre - ha aggiunto -. Rispetto agli anni precedenti abbiamo riscontrato più pazienti con infezioni miste, resistenza ai farmaci e polmonite".

In un'intervista all'agenzia di stampa statale Xinhua pubblicata dopo la richiesta dell'organizzazione mondiale della sanità, i funzionari della commissione sanitaria nazionale cinese hanno assicurato che "abbiamo continuato a prestare attenzione alle diagnosi e al trattamento dei bambini in un periodo di alta incidenza di malattie infettive". L'autorità sanitaria del gigante asiatico spiega di aver dato indicazioni a livello locale, allertando i centri di assistenza primaria, così da migliorare la capacità di diagnosi e cura e l'efficienza nell'identificazione e nell'adeguata gestione dei casi gravi.

Continua a leggere su Today.it...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La nuova polmonite misteriosa tra i bambini in Cina: i sintomi e cosa sta succedendo

Today è in caricamento