Lunedì, 21 Giugno 2021
Natura / Trento

La morte dell'orso Daniza fu solo un errore del veterinario

Dopo le polemiche sulla morte dell'orsa, arriva il verdetto: c'è stata incompetenza, ma nessun reato

Si è parlato molto della morte dell'orsa Daniza. Ora la Procura si è espressa, basandosi sui risultati dell'autopsia dell'orsa, eseguita dall'Unità forense veterinaria del Ministero della Salute. Nessun reato di uccisione di un animale protetto, ma solo incompetenza del veterinario che effettò l'anestesia.

In particolare la causa della morte sarebbe ipossiemia, ovvero mancanza di ossigeno nel sangue, dovute a complicazioni cardiopolmonari giunte dopo l'anestesia.

Di chi è la colpa? Secondo il procuratore Amato, la dose di sedativo era corretta (anzi, addirittura troppo bassa), ma la morte sarebbe dovuta ad alcuni evidenti errori di procedura del veterinario.

Quando si somministra un sedativo, viene dato anche un "agonista adrenergico" (in questo caso la metedomidina). Quest'ultimo composto può causare problemi di frequenza cardiaca e ridurre la quantità di ossigeno nel cuore e nelle arterie. Per questo chi fa l'anestesia deve sempre tener conto di questi rischi ed essere pronto a somministrare un farmaco "antagonista" ed eventualmente l'ossigeno per contrastare questi effetti. Ciò non sarebbe avvenuto nel caso di Daniza.

Sembra infatti che il veterinario incaricato di somministrare l'anestesia abbia constatato effettivamente i problemi cardio-polmonari descritti sopra, ma non abbia provveduto a somministrare farmaci e ossigeno.

Per questo motivo, la morte di Daniza è "attribuibile all'impropria gestione della compromissione cardiocircolatoria determinata dall'iniezione". In altre parole, incompetenza. Una sentenza che lascia l'amaro in bocca e apre ulteriori polemiche, visto che secondo il procuratore non c'era intenzione di dolo. Il veterinario, infatti, agiva secondo l'ordinanza della provincia e non ci sarebbe alcun reato. Resta da capire se vi saranno provvedimenti contro il veterinario o se potrà continuerà a esercitare la professione, senza conseguenze. Nessun complotto, ma di sicuro un'occasione sprecata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La morte dell'orso Daniza fu solo un errore del veterinario

Today è in caricamento