rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Benefici del successo

Vincere un Oscar allunga la vita di cinque anni

Lo rivela una ricerca canadese: in media un premio Oscar attualmente in vita sopravviverà fino a 81,3 anni, mentre un collega che ha ricevuto nomination ma non ha mai vinto una statuetta non supererà i 76,4

Per un attore la statuetta dell’Oscar è il premio più ambito. Un biglietto di ingresso per l’olimpo di Hollywood, che promette eterna memoria negli annali del cinema, e un lungo futuro di successi al botteghino. Non è tutto: vincere un Oscar come migliore attore allunga anche la vita. Esattamente di cinque anni, almeno stando ad uno studio realizzato da due ricercatori dell’Università di Toronto, e pubblicato sulla rivista scientifica Plos One.

Come racconta un articolo del New Scientist, lo spunto per la nuova ricerca è arrivato per caso mentre uno dei due autori, il medico canadese Donald Redelmeier, guardava la cerimonia di premiazione degli Oscar: gli attori che si avvicendavano sul palco sembravano infatti molto più in forma dei pazienti della stessa età che era abituato a curare in ospedale. Un caso? Magari sì, ma perché non indagare più a fondo?

Dopo essersi assicurato l’aiuto del collega Sheldon Singh, un cardiologo, Redelmeier ha passato in rassegna oltre 930 attori che hanno ricevuto una candidatura per l’Oscar tra il 1929 e il 2020, prendendo nota dell’età a cui erano morti. Per ognuno, i due ricercatori hanno identificato un attore che avesse partecipato allo stesso film che aveva garantito all’altro la nomination, e che all’epoca avesse un’età simile a quella del nominato, prendendo nota anche in questo caso dell’età a cui sono deceduti.

In questo modo hanno potuto calcolare l’età media a cui muore un attore vincitore del premio Oscar, e compararla con quella di attori con una carriera simile che non ricevono però l’ambita nomination. Per i nominati che avevano effettivamente vinto la statuetta, l’età media al decesso è risultata di 77,1 anni. Per chi aveva ricevuto semplicemente una nomination, senza aggiudicarsi il premio, il decesso è arrivato invece in media a 73,3 anni. Per chi non aveva neanche mai ricevuto una nomination per l’Oscar, la morte è sopraggiunta in media a 73,6 anni.

Con l’aumento costante dell’aspettativa di vita a cui assistiamo ancora in questi anni, i ricercatori hanno calcolato che i vincitori di Oscar viventi arriveranno in media a 81,3 anni, i nominati 76,4 e i loro colleghi non nominati 76,2. Per quale motivo vincere il premio sembri allungare la vita, però, rimane per ora un mistero. La statuetta dell’Oscar – scrivono i due ricercatori – non è certo “un talismano magico in grado di migliorare direttamente la salute di chi la vince”, e devono quindi esserci altri meccanismi in azione per giustificare i risultati dello studio.

Vincere un premio così ambito può spingere ad esempio un attore a fare una vita più sana, e circondarlo di persone che hanno a cuore la sua salute, contribuendo in questo modo ad allungargli la vita. O magari, non è tanto il successo a far vivere di più, quanto l’insuccesso ad accorciare la vita. In effetti, fanno notare i due ricercatori canadesi, la durata media della vita dei vincitori di Oscar è paragonabile a quella della popolazione generale dei paesi sviluppati. Potrebbero essere gli attori che non vincono la statuetta, insomma, a vivere meno dei colleghi premi Oscar, magari a causa delle stress e delle delusioni, o per via di cattive abitudini accumulate nel corso di una vita di insuccessi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vincere un Oscar allunga la vita di cinque anni

Today è in caricamento