rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Animali

Perché alcuni fenicotteri non sono rosa?

Questi animali vengono riconosciuti per il colore, ma non tutti hanno lo stesso. Ecco perché

Se avete mai visto, dal vivo o in foto, il fenicottero saprete che una delle sue caratteristiche più tipiche è il colore rosa, che a volte sembra quasi arancione.

Forse non tutti sanno però che questa pigmentazione non è il colore naturale delle piume, ma dipende dall'alimentazione del fenicottero. Come spiega Sapevatelo, infatti, i fenicotteri si nutrono in acque che contengono molti batteri, gamberi e alghe ricchi di beta-carotene e in generale carotenoidi. Queste sostanze quando, una volta demolite, arrivano nel fegato, formano i pigmenti delle piume, del becco e delle gambe.

Ecco perché i fenicotteri appena nati sono quasi bianchi, così come generalmente quelli in cattività, a meno che non vengano aggiunti all'alimentazione degli integratori a base di miscela di carotenoidi (come beta-carotene o cantaxanina).

Questo effetto ha qualche somiglianza nell'essere umano. Presente in carote, zucche e tanti altri alimenti vegetali, il beta-carotene è fonte di vitamina A, anche se non produce alcun effetto "visivo". La cantaxantina, invece, assunto per l'abbronzatura, favorisce un viraggio del colore della pelle da rosa ad arancione.

fenicottero-3

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perché alcuni fenicotteri non sono rosa?

Today è in caricamento