Perché il coronavirus SARS-COV-2 non è stato creato in laboratorio

La tesi del virus artificiale rilanciata dalla virologa Li-Meng Yan e le perplessità del mondo scientifico: "Lavoro debole che può essere definito un opinion paper"

EPA/Djordje Savic via ANSA

Ha fatto discutere la pubblicazione da parte della virologa cinese Li-Meng Yan di uno studio che dimostrerebbe (ovviamente secondo gli autori) la presunta origine artificiale del virus SARS-COV-2. Si tratta, è bene premetterlo, di un lavoro in prepint, non sottoposto cioè ad alcuna revisione da parte della comunità scientifica.

La teoria del virus nato in laboratorio

Del resto, si legge nell’abstract dello studio (firmato oltre che da Li-Meng Yan anche da altri virologi: Shu Kang, Jie Guan e Shanchang Hu) “la teoria alternativa secondo cui il virus potrebbe provenire da un laboratorio di ricerca è rigorosamente censurata su riviste scientifiche peer-reviewed”. Insomma, secondo gli stessi autori non c’è nessuna possibilità che il loro lavoro venga pubblicato perché il mondo scientifico, per ragioni ignote, boicotterebbe le “teorie alternative” sull’origine del virus.

Benché ci sia odore di complottismo, a scanso di equivoci va detto che, come spiega su Pop Medicine Marco Gerdol, ricercatore in genetica all’Università di Trieste, Li-Meng Yan (che attualmente vive negli Stati Uniti) figura come co-autrice di un paio di studi pubblicati nei mesi scorsi su “Lancet” e “Nature” due delle riviste più autorevoli in ambito scientifico. Non siamo cioè, argomenta Gerdol, alle prese con la “classica immagine che abbiamo dei ciarlatani nostrani, che hanno costruito spesso e volentieri la propria carriera partendo sin dagli inizi con la pseudoscienza”.

Virus nato in laboratorio? Le critiche dal mondo scientifico

Ciò detto il lavoro di Yan e dei suoi colleghi si è già attirato le critiche di molti studiosi. Per Carl Bergstrom, importante biologo all’università di Washington e coautore di un libro sulla disinformazione scientifica, si tratta di un lavoro “bizzarro e infondato”. 

“Nella sua forma attuale al lavoro non può essere data nessuna credibilità”, ha tagliato corto a Newsweek Andrew Preston, studioso di patogenesi presso l'Università di Bath nel Regno Unito. Secondo Preston, il lavoro di Li-Meng Yan semplicemente “non è supportato da dati”. Mancano cioè le evidenze scientifiche, le stesse che la virologa, di recente ospite su vari media conservatori,  aveva assicurato di poter produrre. “Al di là dalle premesse complottiste messe in chiaro sin dall’abstract - spiega Marco Gerdol -, si tratta di un lavoro estremamente debole che, come un enorme castello di carte, si basa su alcune assunzioni che, una volta debunkate, fanno crollare miseramente tutto l’impianto narrativo”. Insomma, lo scritto “sostanzialmente può essere definito un opinion paper”.

Lapidario il giudizio di Kristian Abndersen dello Scripps Research Institute di La Jolla, riportato dall'Ansa, secondo cui i ricercatori cinesi hanno scritto lo studio scegliendo solo i dati che confermavano la loro teoria. "Usano un linguaggio tecnico impossibile da decifrare per chi non è un addetto ai lavori, sono stupidaggini travestite da scienza".

Una delle teorie degli autori, riporta Open, è che la presenza di una particolare classe di enzimi “restriction site” proverebbe che il virus è stato creato artificialmente. Tuttavia, Arinjay Banerjee, virologo della McMaster University, ha spiegato tra gli altri che tutte le sequenze in natura hanno questo tipo di enzimi. Su Pop Medicine Gerdol dà una spiegazione abbastanza tecnica (vedi post in basso) del perché la teoria di  Li-Meng Yan sia da considerare errata. Va sottolineato infine che la tesi del virus artificiale era stata già messa in discussione da un autorevole studio apparso su 'Nature'.

studio-4

I ricercatori concludevano affermando che “è improbabile che SARS-CoV-2 sia nato attraverso la manipolazione di laboratorio di un coronavirus simile a SARS-CoV.2” e che "i dati genetici mostrano inconfutabilmente che SARS-CoV-2 non è derivato da alcuna spina dorsale di virus precedentemente utilizzata”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lele Mora senza filtri: "Alberto Matano e il suo amico speciale. Garko? Fui io a fargli vincere concorsi, poi lo portai da Tarallo"

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

  • Il Dpcm 25 ottobre chiude l'Italia alle 18 ma...

  • Estrazioni Lotto e numeri SuperEnalotto di giovedì 22 ottobre: numeri vincenti e quote

  • Estrazioni Lotto e numeri SuperEnalotto di oggi sabato 24 ottobre: numeri vincenti e quote

  • Chi è Roberto Zappulla, marito di Maria Teresa Ruta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento