Pesce e mercurio: durante la gravidanza è sicuro consumarlo?

Sono noti i rischi dovuti alla presenza del mercurio, ma secondo un nuovo studio il consumo durante la gravidanza avrebbe effetti positivi

Il pesce fa bene durante la gravidanza? Questa la domanda che si chiedono molte future mamme e la risposta sembra essere positiva. Secondo un nuovo studio scientifico, pubblicato su Stem Cells da ricercatori della Tohoku University, mangiare pesce durante la gestazione farebbe bene per via dei suoi nutrienti, importanti per lo sviluppo del cervello.

Ma andiamo con ordine. Perché il pesce dovrebbe rappresentare un problema?

Per via del metilmercurio, una forma particolare del mercurio, che i pesci, soprattutto quelli in cima alla catena alimentare come tonno e pesce spada, tendono ad accumulare. Il mercurio, infatti, è tossico soprattutto a livello del cervello. Come spiegato su FondazioneVeronesi.it, però, non bisogna fare allarmismi, sia perché fortunatamente vi sono numerosi controlli, sia perché anche il consumo occasionale di un prodotto con mercurio oltre ai limiti non provoca danni al sistema nervoso (dettagli sul rapporto dell'EFSA, Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare).

In ogni caso rimane il dilemma per le categorie di persone più sensibili, come le donne in gravidanza, a cui si è sempre cercato di sconsigliare il consumo di pesci di grossa taglia come tonni rossi, palombo e pesce spada (da Food And Drug Administration).

Come comportarsi? Intanto è bene chiarire che da tempo i ricercatori hanno ipotizzato come il pesce assunto in gravidanza contenga acidi grassi "buoni" in grado di compensare efficacemente l'eventuale presenza di mercurio (fonte OggiScienza.it). Secondo un articolo pubblicato sull'American Journal of Clinical Nutrition, infatti, l'elevato consumo di pesce in gravidanza non porterebbe a problemi di sviluppo del bambino. Questo sarebbe possibili per gli effetti protettivi degli acidi grassi polinsaturi (PUFA) del pesce nei confronti dei danni da mercurio.

Ora è arrivata una nuova conferma. Durante la gravidanza mangiare pesce fa bene perché i suoi nutrienti aiutano lo sviluppo cerebrale del bambino. Com'è stato scoperto? Un team di ricercatori ha nutrito topi di sesso femminile con una dieta povera di omega-3 e ricca di omega-6. Il risultato è stato che i piccolo presentavano un cervello di dimensioni minori e presentavano da adulti comportamenti anomali come un maggiore stato di ansia. A determinare questo stato emotivo anormale sarebbe lo squilibrio degli acidi grassi che provoca invecchiamento delle cellule staminali adibite alla produzione di cellule cerebrali (fonte e dettagli su GalileoNet.it).

Perché questi dati sono significativi? Perchè gli omega-3 sono assunti soprattutto con il pesce, mentre gli omega-6 derivano da prodotti di origine vegetale. Questo studio, quindi, conferma l'ipotesi che un'alimentazione corretta ed equilibrata sia fondamentale, dal momento che, come visto sui topi, uno sbilanciamento di grassi a favore degli omega-6 con carenze di omega-3 provoca uno sviluppo anormale del cervello.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In conclusione, mangiare pesce in gravidanza non è pericoloso se consumato in quantità moderate. Non solo: porterebbe degli evidenti vantaggi per il nascituro, grazie a un maggiore equilibrio di acidi grassi importanti per lo sviluppo cerebrale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gf Vip, De Blanck: "Alba Parietti una stronza". Il figlio dà ragione e lei chiama in diretta

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di oggi sabato 19 settembre 2020: numeri e quote

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di oggi giovedì 17 settembre 2020: numeri e quote

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di oggi martedì 15 settembre 2020: numeri e quote

  • Cosa c'è dietro il video dell'autoscontro con i banchi a rotelle nel primo giorno di scuola

  • Coronavirus, 5 bambini positivi in 5 classi diverse: ora tutti in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento