rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Fine delle speranze?

Il plasma convalescente non funziona contro il Covid (lo dicono Aifa e Iss)

Uno studio clinico randomizzato e controllato a cui hanno preso parte 487 pazienti non ha evidenziato benefici "in termini di riduzione del rischio di peggioramento respiratorio o morte nei primi 30 giorni"

La terapia con il plasma convalescente non ha evidenziato benefici sui pazienti Covid in termini di riduzione del rischio di peggioramento respiratorio o morte. Lo dice uno studio clinico randomizzato e controllato, promosso da Istituto superiore sanità e Agenzia italiana del farmaco Aifa, e coordinato dall'Iss. Lo studio - ricorda una nota congiunta - ha confrontato l'effetto del plasma convalescente ad alto titolo di anticorpi neutralizzanti, associato alla terapia standard, rispetto alla sola terapia standard in pazienti con Covid-19 e polmonite con compromissione ventilatoria da lieve a moderata (definita da un rapporto PaO2/FiO2 tra 350 e 200).

Alla ricerca hanno partecipato 27 centri clinici distribuiti in tutto il territorio nazionale, che hanno arruolato 487 pazienti di cui 324 in Toscana, 77 in Umbria, 66 in Lombardia e 20 da altre regioni. Le caratteristiche demografiche, le comorbidità esistenti e le terapie concomitanti sono risultate simili nei due gruppi di pazienti, 241 assegnati al trattamento con plasma e terapia standard (231 valutabili) e 246 alla sola terapia standard (239 valutabili). "Non è stata osservata - evidenziano i promotori - una differenza statisticamente significativa nell'end-point primario (necessità di ventilazione meccanica invasiva, definita da un rapporto tra PaO2/FiO2 minore di 150, o decesso entro 30 giorni dalla data di randomizzazione) tra il gruppo trattato con plasma e quello trattato con terapia standard. Nel complesso lo studio Tsunami non ha quindi evidenziato un beneficio del plasma in termini di riduzione del rischio di peggioramento respiratorio o morte nei primi 30 giorni".

Gli altri studi sul plasma iperimmune

Analoghi risultati aveva dato un'altra ricerca pubblicata lo scorso novembre sulla rivista New England Journal of Medicine e a cui avevano preso parte 334 pazienti: secondo gli autori nessun beneficio reale era stato osservato nei soggetti con polmonite severa che avevano ricevuto la terapia sperimentale basata sul plasma. Nel dettaglio la mortalità complessiva era stata del 10,96% nel gruppo di pazienti curati con il plasma e dell’11,43% nel gruppo placebo.

Spiace per chi aveva creduto in una cura contro il Covid che ancora non c'è.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il plasma convalescente non funziona contro il Covid (lo dicono Aifa e Iss)

Today è in caricamento