Mercoledì, 25 Novembre 2020
SALUTE

Preservativi al grafene: presto la rivoluzione

Un materiale sottilissimo, ma resistente per la contraccezione del futuro. Sono stati fatti diversi passi avanti: ecco quali

Si appresta a essere una vera e propria rivoluzione: stiamo parlando dei preservativi realizzati con il grafene, un materiale resistentissimo e ultrasottile. Questa è l'intuizione di un gruppo di ricerca di Manchester che ha appena pubblicato i risultati di uno studio scientifico sulla rivista Carbon.

Il grafene è un materiale costituito da uno strato monoatomico di carbonio. La sua caratteristica è essere sottilissimo, flessibile come plastica, ma resistente come il diamante. Negli ultimi anni l'attenzione per questo materiale è cresciuta moltissimo, perché i ricercatori si stanno sempre più rendendo conto di quanto il grafene potrebbe essere utile in tantissime applicazioni.

Sul fronte dei metodi contraccettivi, invece, giusto qualche anno fa la Bill & Melinda Gates Foundation aveva lanciato un appello alla comunità scientifica per realizzare profilattici migliori, in termini di sicurezza, praticità e costo. Il gruppo di ricercatori dell'Università di Manchester ha così cercato di trovare un punto in comune e ha trovato un metodo per creare materiali formati sia da gomma che da, appunto, grafene. Un sistema mollto complesso e interessante che è un composito della gomma (sia naturale che artificiale). Un decimo di centesimo di grafene basterebbe ad aumentare forza e resistenza della gomma del 50%.

In realtà, comunque, i ricercatori non si sono focalizzati solo sui preservativi, ma in generale sul metodo di produzione. Questi risultati infatti non sono solo un punto di partenza per preservativi dalle qualità nettamente migliori, ma potrebbero far partire una rivoluzione tecnologica straordinaria, con la realizzazione di materiali sempre più adatti ai requisiti dei vari prodotti. Ovviamente serviranno altri studi per vedere quanto la produzione sia fattibile, soprattutto per grandi quantità, ma sicuramente i ricercatori ora potrebbero avere una nuova strategia per ottenere materiali migliori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Preservativi al grafene: presto la rivoluzione

Today è in caricamento