Martedì, 22 Giugno 2021
SALUTE

Dieta, carne di pollo e siesta: i rimedi per combattere il "mal di primavera"

L'arrivo della bella stagione porta con sé anche la cosiddetta "sindrome del letargo", legata allo stress provocato dal cambiamento dell'ora e l'aumento delle temperatura

La "sindrome del letargo" esiste e colpisce con l'arrivo della primavera. Astenia, giramenti di testa, sonnolenza e difficoltà di concentrazione sono i suoi sintomi principali, legati allo stress a cui il nostro organismo è sottoposto durante la stagione primaverile, come il cambio dell'ora e il rialzo delle temperature. Gli esperti hanno stilato alcuni consigli per affrontare al meglio questo periodo: bere tanta acqua per idratare l'organismo e introdurre tanti sali minerali, mangiare cibi ricchi di ferro, potassio, calcio e vitamina B e concedersi il 'riposino' quotidiano.

Secondo Pietro Migliaccio, presidente della società italiana di scienza dell'alimentazione, carni bianche - soprattutto pollo - insieme a frutta e verdura sono gli alimenti più adatti. Oltre ad essere un perfetto alleato contro l'astenia perché leggero e digeribile, spiega Migliaccio, il pollo contiene tutti quei nutrienti ad alto valore biologico fondamentali per combattere la stanchezza stagionale.

Tipica dei mesi primaverili, la "sindrome del letargo" colpisce circa 2 milioni di italiani, con una percentuale sei volte maggiore nelle donne rispetto agli uomini (fonte Dipartimento di Neuroscienze dell'Ospedale Fatebenefratelli di Milano). Ad influire sono principalmente tutti quei fattori che intervengono sulla fisiologia dell'organismo, come appunto l'innalzamento della temperatura ambientale, il cambiamento dell'ora e quindi anche del momento dei pasti e dell'ora del sonno.

Per affrontare con grinta la giornata è bene concedersi il tempo per una buona prima colazione a base di latte o yogurt, pane o biscotti o fette biscottate o cereali, miele o marmellata. Infine, quando si ha la possibilità è preferibile fare un 'riposino' nelle prime ore pomeridiane, che tra l'altro sono le più calde, in un ambiente possibilmente fresco e areato. Gli integratori multivitaminici assunti per combattere la stanchezza stagionale, avverte Migliaccio, debbono essere sempre consigliati e prescritti dal proprio medico di fiducia e in tutti i casi acquistati in farmacia. Per l'assunzione di sostanze particolari quali il ginseng ed il guaranà è sempre opportuno chiedere il parere del proprio medico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dieta, carne di pollo e siesta: i rimedi per combattere il "mal di primavera"

Today è in caricamento