rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Scienze Italia

Che errore sul libro del liceo: bufale e fake news, anche AstroSamantha scende in campo

Una mamma twitta una foto tratta dal testo di scienze del figlio ma l'astronauta italiana Samantha Cristoforetti lo sbugiarda: "Ma veramente è un testo scolastico? Lo segnalerò al Miur"

"Quanto scritto in questa didascalia è una grandissima sciocchezza. Ma veramente si tratta di un testo scolastico?". Il commento allibito della donna volante, l'astronauta italiana Samantha Cristoforetti, che risponde su twitter ad una mamma che le aveva inviato una foto del libro di scuola dei figli.

La didascalia spiegava come gli astronauti fluttuino all'interno della Stazione Spaziale: "Non c'è gravità perché troppo lontana dalla Terra". Un errore, anche grossolano. Il punto infatti è che, come AstroSamantha ha specificato, "alla quota della Iss l'attrazione gravitazionale è circa il 90% di quella sulla superficie terrestre", cioè praticamente uguale. Ma allora, perché fluttuano? 

La Stazione Spaziale Internazionale si trova a circa 400 chilometri di distanza dalla superficie terrestre, ben oltre l’atmosfera, e orbita intorno al nostro pianeta a più di 27 mila chilometri all’ora, compiendo 15 giri della Terra ogni giorno terrestre. A questa distanza la forza di attrazione gravitazionale è ridotta di poco più del 10% rispetto a quella sulla superficie della Terra, decisamente troppo poco per rendere le cose prive di peso. Quindi perché gli oggetti e le persone fluttuano sulla ISS, e perché quest’ultima non precipita sul nostro pianeta? 

La stazione spaziale internazionale, così come i satelliti,  non sono nient’altro che corpi in caduta libera che non raggiungono mai il suolo grazie alla velocità con cui volano attorno alla Terra. E per chi ci sta dentro è come stare in un ascensore che precipita.

Samantha Cristoforetti ha annunciato che segnalerà il libro di testo al ministero di Istruzione, Università e Ricerca: "Se avete imparato una cosa nuova, vi chiedo un favore, se potete: oggi spiegatela ad un'altra persona". Cercare il sapere e condividerlo è un buon modo per difendersi da bufale, fake news, e ora anche da brutti errori sui testi scolastici.

"E quella foto comunque è di un volo parabolico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Che errore sul libro del liceo: bufale e fake news, anche AstroSamantha scende in campo

Today è in caricamento