Venerdì, 26 Febbraio 2021

Un parassita dei gatti può farti diventare un imprenditore di successo: lo studio cult

"Inibisce la paura e aumenta la probabilità di attività di business vincenti". Una ricerca della università del Colorado svela il lato nascosto del parassita che causa la toxoplasmosi nei gatti ma si stima contagi circa 2 miliardi di persone

Un gatto fotografato in occasione della Giornata del gatto, l'8 agosto. Secondo l'associazione animalista Aidaa i gatti in Italia sono 7 milioni. FOTO ANSA/ CESARE ABBATE

Il parassita dei gatti Toxoplasma gondii sarebbe in grado di inibire le nostre paure razionali e aumentare le probabilità di perseguire attività imprenditoriali e legate al business. È quanto sostengono i ricercatori della University of Colorado (Boulder, Usa), che in seguito a uno studio condotto su 1495 studenti hanno scoperto come quelli infettati dal parassita felino responsabile della toxoplasmosi avessero una probabilità 1,4 volte superiore di "assumere un ruolo importante nel business" e 1,7 volte più probabilità di "perseguire un'attenzione alla gestione e all'imprenditorialità".

È stato dimostrato che il parassita ha la capacità di modificare il comportamento dell'ospite e da tempo si studiava come il comportamento umano potesse esserne colpito: collegamenti epidemiologici potrebbero essere stati trovati tra infezioni da toxoplasmosi latenti e incidenti stradali, reazioni più lente, aumento di comportamenti a rischio e schizofrenia.

Ora i ricercatori - che ricordano come il parassita si stima che contagi circa 2 miliardi di persone in tutto il mondo - in un ulteriore sondaggio, hanno dimostrato che le persone infettate hanno 1,8 volte in più "coraggio di avviare una propria impresa" rispetto agli altri partecipanti. 

In auto con cani e gatti: tutti gli errori da non fare

I ricercatori, analizzando le statistiche nazionali di 42 paesi negli ultimi 25 anni, hanno inoltre scoperto che la prevalenza di infezioni da Toxoplasma gondii (dal 9% della Norvegia al 60% del Brasile) si è rivelata un "fattore predittivo costante di attività imprenditoriale". Le nazioni con una maggiore prevalenza di infezioni - osservano - hanno visto una percentuale inferiore di intervistati citare la "paura di fallire" come deterrente per l'avvio di una nuova impresa commerciale.

"Come umani, ci piace pensare di avere il controllo delle nostre azioni - spiega Pieter Johnson, autore principale dello studio e professore nel Dipartimento di Ecologia e Biologia evolutiva della University of Colorado - ma le ricerche emergenti mostrano che i microrganismi che incontriamo nella nostra vita quotidiana hanno il potenziale per influenzarci in modo significativo".

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un parassita dei gatti può farti diventare un imprenditore di successo: lo studio cult

Today è in caricamento