Mercoledì, 14 Aprile 2021

"Eiaculare spesso riduce il rischio di un tumore alla prostata"

Secondo l'università di Harvard avere almeno 21 eiaculazioni al mese riduce del 20% il rischio di ammalarsi. Lo studio, che prende in esame 31925 uomini in età adulta, è durato 18 anni

Come si previene il cancro alla prostata? Se non volete saperne di correggere i vostri vizi, abbiamo una buona notizia per voi: eiaculare può ridurre sensibilmente la possibilità di ammalarsi.

L’argomento è stato già abbondantemente trattato dalla comunità scientifica, ma ora una ricerca condotta dall’Università di Harvard svela la “formula magica” per allontanare il rischio: 21 eiaculazione al mese.

Secondo lo studio che prende in esame 31925 uomini in età adulta, il rischio di ammalarsi è risultato più basso del 20% per gli uomini che eiaculavano con alta frequenza.

L’emissione frequente di liquido seminale ridurrebbe infatti la concentrazione di sostanze nocive all’interno del fluido prostatico. Il ristagno delle secrezioni sarebbe invece causa di un rischio più alto di infezioni, "considerate un terreno fertile per l’alterazione dei meccanismi di replicazione alla base della neoplasia".  

La notizia però al momento non è confermata dalla comunità scientifica, sebbene la fonte sia molto autorevole (l’Università di Harvard è tra le più importanti al mondo). Ad ogni modo eiaculare spesso non basta a tenere lontano il rischio. Scrive La Stampa

Senza alcol e fumo, limitando il consumo di alimenti ricchi di grassi saturi ed eccessivamente speziati, bevendo almeno due litri di acqua al giorno e ritagliandosi il tempo per l’attività fisica (almeno un paio di volte alla settimana), si può ridurre il rischio di ammalarsi.

Fonte: La Stampa →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Eiaculare spesso riduce il rischio di un tumore alla prostata"

Today è in caricamento